Correre mantenendo una certa costanza negli allenamenti è una delle migliori attività fisiche che si possano praticare. Perché correre fa talmente bene da allungare la vita di circa tre anni, così come viene affermato da un recente studio dell’Iowa State University. D’altra parte non è certo una novità che la sedentarietà sia alquanto deleteria per la salute mentre il movimento e l’attività fisica possono contribuire a migliorare notevolmente il benessere psicofisico.

Ebbene, in base al recente studio dell’università americana, basterebbe correre con una certa costanza per veder scendere il rischio di morte prematura di circa il 40 per cento. Coloro che invece passano dall’avere una vita sedentaria ad una movimentata – grazie alla corsa – vedrebbero abbassarsi tale rischio del 16 per cento (mentre il rischio di infarti calerebbe del 25 per cento).

Andando a spulciare qualche numero concreto reso noto da questo studio, si scopre poi che una persona che ha trascorso almeno quarant’anni della propria esistenza a correre per almeno quattro ore la settimana, può beneficiare di un allungamento della propria vita che arriva fina a 3.2 anni. E nessun’altra attività fisica potrebbe vantare tali numeri. Pedalare in bicicletta o altre attività fisiche sarebbero infatti in grado di far abbassare il rischio di morte prematura “soltanto” del 12 per cento.

Ovviamente correre regolarmente deve essere affiancato ad uno stile di vita sano, cosa che in genere accade per coloro che si dedicano a tale attività fisica.