I fattori che incidono sulla quantità di colesterolo nel sangue sono numerosi, si va dall’età, al sesso, passando per cattive abitudini come sedentarietà e tabagismo, ma anche lo stato di salute generale e, per le donne, la menopausa. Anche gli alimenti giocano tuttavia un ruolo importante, ed ecco spiegato il motivo per cui le festività natalizie costituiscono un periodo cruciale per chi ha problemi di colesterolo alto. Grassi e calorie in eccesso sono i principali nemici del benessere di arterie e cuore, quindi anche a Natale è importante capire come “limitare i danni”, pur senza rinunciare ai piaceri della tavola.

In linea generale, chi soffre di colesterolo e trigliceridi alti dovrebbe tenere a mente due regole d’oro: non esagerare con le porzioni e scegliere “cibi amici”. Per quanto riguarda dunque gli antipasti, al salame è ad esempio meglio preferire speck e prosciutto (magari privati del grasso), mentre al posto di formaggi stagionati sarebbe meglio consumare ricotta o mozzarella vaccina, che contengono una minor percentuale di grassi e meno calorie rispetto ai primi. Analogo discorso per i primi piatti: le classiche lasagne, i tortellini o i cannelloni sono spesso farciti con macinati ad alta percentuale di grassi e conditi con salse e besciamelle, che contribuiscono ad aumentare il colesterolo cattivo. Meglio quindi preferirvi piatti meno elaborati, ma altrettanto ricercati, come ad esempio una buona pasta allo scoglio. Tra i secondi piatti, certo cotechino e zampone costituiscono un classico irrinunciabile: in questo caso ricordiamo quindi di limitare la porzione, aumentando magari la quantità di lenticchie. Giunti alla fine del pasto, durante le Feste è poi consuetudine concedersi un brindisi e qualche coccola dolce. Purtroppo anche in questo caso le insidie sono dietro l’angolo, poiché zuccheri e alcol rappresentano gli altri due principali nemici di cuore e arterie. Preferite quindi il panettone classico a quello farcito e ricordate di non eccedere nelle quantità. Per quanto riguarda infine il vino, una buona strategia per ridurne il consumo è quella di non riempire mai il bicchiere per intero.

Altri buoni consigli per sotto controllo il colesterolo durante le Feste possono poi essere quelli di rimanere leggeri a colazione, quando a pranzo sappiamo che ci concederemo qualche vizio in più, limitandoci magari ad una tazza di tè ed un frutto. Non dimentichiamo poi l’importanza dell’attività fisica: approfittando delle Feste, dedichiamo quindi del tempo ad una passeggiata a passo sostenuto, un giro in bicicletta o magari una corsetta mattutina, di grande aiuto nell’abbassare i livelli di colesterolo nel sangue.

Esistono infine cibi “amici” il cui consumo può aiutarci a mantenere sotto controllo il colesterolo durante le Feste. Tra questi ricordiamo i pomodori, il cavolo rosso, mele, arance, noci, quinoa e pesce azzurro.