La verdura naturale si può conservare con il sistema della sterilizzazione e con la tindalizzazione.  La sterilizzazione si ottiene facendo bollire i vasi ermeticamente chiusi (esistono in commercio modelli con una chiusura appositamente studiata) per il tempo che viene indicato di volta in volta nella ricetta per questo procedimento esistono in commercio degli sterilizzatore (sostituibili, però, con altri recipienti di cucina: pentole o casseruole, abbiano bordi piuttosto alti e almeno 10 cm in più del recipiente da sterilizzare, perché l’acqua deve coprire le basi per almeno 1-2 cm al di sopra del coperchio). È opportuno anche per recipiente sia piuttosto largo per potervi collocare più quasi contemporaneamente.

COME SI EFFETTUA LA STERILIZZAZIONE

Mettendo lo sterilizzatore sul gas (si tratta di un recipiente piuttosto capace) potranno accendere fuochi insieme per scaldare più velocemente l’acqua. Sul fondo del recipiente si dovrà stendere qualche foglio di giornale per evitare che i vasi, bollendo, si rompano; inoltre, i vasi, durante l’ebollizione possono venire a contatto l’uno dell’altro; per evitare che possano incrinarsi, occorre separarli con 1 foglio di cartone sottile, messo verticalmente invaso l’altro. Come regola generale si dovrà tener presente quanto segue: i vasi del contenuto caldo vanno immersi nel bagnomaria tiepido o della stessa temperatura dei vasi; in base a contenuto freddo si introducono nel bagnomaria freddo.

COSA FARE SE…

Nel caso che una prolungata ebollizione dell’acqua del bagnomaria dove dovesse evaporare prima della raggiunta sterilizzazione si dovrà aggiungere altra acqua bollente per non arrestare l’ebollizione.

IL TEMPO DI STERILIZZAZIONE

Il tempo di sterilizzazione deve essere calcolato dal momento in cui inizia l’ebollizione dell’acqua fino all’istante in cui si arresta, con 1 tolleranza di 5 minuti. I vasi sterilizzati dovranno poi rimanere nel bagnomaria fino a quando l’acqua si sarà completamente raffreddata. prima di riporre definitivamente i vasi si controlli se la sterilizzazione è avvenuta perfettamente; tale controllo si effettua sganciando la leva di acciaio che tiene premuto il coperchio dei vasi: il coperchio sganciato rimane perfettamente unito e bloccato al vaso, pur tentando di sollevare il coperchio, la sterilizzazione è perfetta. In caso contrario, occorre ripetere l’operazione controllando però lo stato della gomma e la perfetta aderenza del coperchio, poiché potrebbe avere qualche difetto.

I vasi sterilizzati vanno poi riposti in luoghi asciutti e sicuri.