Il Betadine è un farmaco a base di Iodopovidone. Si tratta di un antisettico per uso esterno, a largo spettro di azione, indicato nella pulizia e disinfezione della cute lesa di adulti e bambini di età superiore ai 6 mesi. Applicato due volte al giorno, è utile per detergere la cute in caso di piccole ferite ed infezioni. Una quantità di 5 ml di soluzione è sufficiente a trattare un’ area di circa 15 cm di lato: si consiglia di applicare uno strato di soluzione (di colore marrone rossastro) fino ad ottenere una colorazione di intensità media, così da formare una pellicola superficiale protettiva, che contribuisce all’ azione antisettica del farmaco. E’ inoltre possibile coprire successivamente l’area con garze e bende adesive.

1 ml di Betadine contiene 0,1 g di Iodopovidone al 10% di Iodio (principio attivo), oltre ad eccipienti quali glicerina, nonoxinolo 9, sodio fosfato bibasico biidrato, acido citrico monoidrato ed acqua depurata.

Lo Iodopovidone è attivo sui batteri Gram positivi e Gram negativi, su funghi, protozoi, lieviti e alcuni virus. Lo Iodopovidone ha inoltre il vantaggio, rispetto allo Iodio elementare, di essere solubile in acqua e di essere meno irritante e ben tollerato da pelle e mucose. Si consiglia tuttavia di non superare le 2 applicazioni al giorno e di evitare l’ uso contemporaneo di altri antisettici e detergenti. L’ uso di Betadine può provocare, in rari casi, bruciore o irritazione. In caso di utilizzo prolungato, può inoltre dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. Il trattamento con Betadine non dovrebbe quindi superare i 10 giorni durata; in assenza di risultati apprezzabili si consiglia di consultare il medico. L’ uso di Betadine è infine controindicato in caso di ipersensibilità verso i componenti e nei bambini di età inferiore ai 6 mesi.

Si tratta di un farmaco non soggetto a prescrizione medica obbligatoria, acquistabile in farmacia in flacone da 10 ml, 50 ml, 125 ml e 1 litro.