Quando la morsa del caldo non lascia più scampo, ricorrere ad una soluzione efficace significa soprattutto affidarsi al condizionatore. Ma come usare l’aria condizionata in modo che non provochi danni alla salute? Ogni ambiente in cui essa è presente dovrebbe avere le sue regole per un uso accorto, che si tratti dell’ufficio, della propria casa oppure dell’automobile. Tutto questo per evitare che l’aria condizionata si trasformi da amica in nemica e che possa causare malattie come raffreddori, torcicolli, brutti acciacchi dovuti agli sbalzi di temperatura ma anche conseguenze assai più gravi.

Sapere come usare l’aria condizionata è premessa necessaria anche per non avere salassi in bolletta: in estate lievitano i consumi proprio perché se ne fa un uso smodato. Lungi dall’essere demonizzata, quindi, saperla usare bene e solo quando serve – però – può giovare sia alla salute che al portafogli. Lo stesso Ministero della Salute ha reso noti alcuni consigli per un uso accorto dell’aria condizionata, suddividendoli in base all’ambiente in cui si usa il condizionatore.

Come usare l’aria condizionata: in casa e in ufficio

Per evitare di far surriscaldare inutilmente gli ambienti in cui si vive, basta imparare a schermare le finestre esposte al sole utilizzando tapparelle, persiane, tende… e chiudendo le finestre durante le ore più calde della giornata (aprendole poi durante le ore più fresche, come la sera oppure la notte).  Ed inoltre:

  1. utilizzare l’aria condizionata solo nelle giornate climatiche a rischio
  2. regolare la temperatura tra i 25°C e i 27°C (niente temperature polari, che possono causare sbalzi termici con altri ambienti adiacenti)
  3. coprirsi quando si passa da un ambiente caldo a uno più freddo
  4. provvedere alla manutenzione e alla pulizia dei filtri dei condizionatori e climatizzatori
  5. evitare l’uso contemporaneo di elettrodomestici che producono calore e consumo di energia

Come usare l’aria condizionata: in auto

Se si entra in un’auto parcheggiata al sole, prima di salire bisognerebbe aprire gli sportelli, poi iniziare il viaggio a finestrini aperti o utilizzando il sistema di climatizzazione. Occorre prestare attenzione nel sistemare i bambini sui seggiolini di sicurezza: verificare prima che non siano surriscaldati. Ricordarsi, infine, che quando si parcheggia la macchina, non bisogna lasciare mai, nemmeno per pochi minuti, persone o animali nell’abitacolo.