Tutti siamo più o meno consci del fatto che l’acqua costituisca la maggior parte del nostro pianeta: basta guardare un’immagine della Terra, che è stata anche definita il “pianeta blu” proprio perché questo è il colore predominante visibile dallo spazio. Ma ciò che molte persone non realizzano è che meno dell’1% di quest’acqua che ricopre il pianeta è potabile ed utilizzabile dall’uomo (o dovrei forse dire 7 miliardi di uomini) e da tutte le sue attività. Questa piccolissima percentuale dell’acqua presente sul pianeta è quella da cui dipende la nostra soppravvivenza. E allora, sarebbe bene impegnarsi tutti per farla bastare ancora a lungo, anche perché ne va della sopravvivenza stessa della nostra specie e di tutte le altre.

UNO STILE DI VITA ORIENTATO AGLI SPRECHI

Secondo il National Geographic, lo stile di vita dell’americano medio chiede 1800 galloni d’acqua al giorno, con il 70% di questa quantità impiegata per produrre cibo. Se ciascuno di noi imparasse a risparmiare un po’ d’acqua, potremmo raggiungere grandi risultati.

RICICLARE FA RISPARMIARE ACQUA

Per risparmiare acqua, il primo consiglio del National Geographic è quello di riciclare: “Riciclare mezzo chilo di carta fa risparmiare 13 litri e mezzo d’acqua. Comprare carta riciclata fa risparmiare acqua, poiché ci vogliono circa 23 litri d’acqua per produrre un giornale del costo di un dollaro.” Infatti, riciclare qualunque cosa fa risparmiare l’acqua che viene impiegata per produrre quello stesso oggetto.
Semplice no?