La lotta alle zanzare e alle loro fastidiosissime punture è una battaglia che dobbiamo affrontare quotidianamente. Per quanto sia impossibile vincerla del tutto, possiamo comunque contare su alcune “strategie” per limitare il più possibile l’incontro-scontro con questo piccolo quanto rompiscatole insetto.

A tal proposito è stata stilata la lista delle soluzioni pratiche a cui poter far ricorso per prevenire punture, gonfiori, dolore e prurito. Vediamo come possiamo difenderci:

- Il cerotto antizanzare: chiamato Kite Patch, è atossico e per circa 48 ore dovrebbe tenere lontane da voi tutte le zanzare che potrebbero attentare alla vostra pelle.

- Oli essenziali: da spalmare sul proprio corpo o da diffondere nell’ambiente, i più utili ed efficaci contro questi insetti sono eucalipto, citronella, lavanda e geranio.

-  Spray antizanzare ecologico: se non amate alcuni degli spray che potete trovare in commercio e preferite una soluzione fai da te, tutta al naturale, potete creare uno spray ecologico servendovi di acqua distillata, alcool alimentare utilizzato per liquori e uno degli oli essenziali che vi abbiamo già elencato al punto precedente

- Acqua floreale di geranio vaporizzata: così come l’olio essenziale ottenuto dallo stesso fiore, anche l’acqua floreale di geranio è utilissima per tenere a debita distanza le zanzare e la si può trovare facilmente in una qualsiasi erboristeria.

- Non bere birra: il consiglio arriva da uno studio recente. Il punto è che la birra renderebbe la pelle più calda e dunque più appetibile per le zanzare, che ne sarebbero così attratte, anche per questioni olfattive.

- Abiti di colore chiaro: i colori vivaci o scuri attirerebbero ancora di più le zanzare perciò è consigliato indossare vestiti che non rispettino queste caratteristiche

photo credit: Luca Amorosi via photopin cc