L’orto in casa è la soluzione ideale per chi desidera prodotti sempre freschi e genuini, ma non dispone né di un balcone né di un giardino, oppure per coloro che vogliono avere frutta, verdura e aromatiche sempre a portata di mano, anche nella stagione fredda.

Basilico, prezzemolo, salvia, erba cipollina,  maggiorana e menta sono l’ideale da coltivare direttamente in cucina: non solo arrederanno i vostri spazi con un tocco di verde, ma saranno sempre comodissime da cogliere mentre preparate i vostri piatti preferiti. Per questioni pratiche è sempre meglio fornirsi di vasi e sottovasi, così da non bagnare o sporcare di terra il piano cucina, ma le soluzioni possono essere anche molto creative. Qui terremo comunque solo le varietà più utilizzate (soprattutto per questioni di spazio), mentre a varietà più voluminose o ricadenti, come menta, fragoline di bosco e nasturzio (fiori commestibili di un bel color arancione), potremo adibire le mensole soprastanti.

L’orto in cassetta, da sistemare comodamente a terra, è poi l’ideale per coltivare insalatine da taglio, ravanelli e pomodorini ciliegia (o comunque varietà che non necessitano di ampi spazi). Basterà procurarsi una o più cassette della frutta, foderarle con della juta e ricoprire con un telo di plastica. Si ferma quindi il tutto con una spara punti e il gioco è fatto. Si procede riempiendo la cassetta con un fondo di argilla espansa (almeno 3 cm di spessore, indispensabili per evitare ristagni d’acqua e marciumi) e un generoso strato di terriccio. Infine si posizioneranno le pianti scelte. Ricordate sempre di rompere delicatamente con le mani il panetto di terra in cui sono alloggiate le piantine acquistate, così da consentire alle radici di espandersi velocemente, e di non sotterrare il colletto della pianta (ovvero la zona che fa da collegamento tra il fusto e le radici). L’altezza del nostro terreno dovrà quindi coincidere con quella della zolla in cui già dimora la pianta.

Se le soluzioni per coltivare ortaggi in casa sono davvero tante (da pareti attrezzate a vasi sospesi, passando per cassette della frutta, grondaie, bancali e chi più ne ha più ne metta), la condizione indispensabile da ricordare è invece sempre e solo una: per poter crescere e svilupparsi, alle nostre piantine non dovrà mai mancare la luce! Assicuriamoci quindi che siano poste in prossimità di fonti luminose (vicino alle finestre è ottimale), ma anche che non subiscano irraggiamento diretto per eccessivo tempo. In condizioni di scarsa illuminazione, non ci resterà invece altro da fare che attrezzarci con le apposite lampade a led.

La seconda regola da ricordare è che a furia di innaffiature, l’esigua quantità di terra di cui dispone la pianta andrà via via perdendo sostanze nutritive, quindi è bene fornire del concime almeno una volta al mese.

Terzo punto importante: annaffiate di frequente (il riscaldamento domestico secca molto l’aria), ma moderatamente, poiché non vogliamo assolutamente che l’eccesso d’acqua danneggi le radici. Quando diamo l’acqua alle nostre piantine cerchiamo infine di non bagnare le foglie, ma solo il terreno.

Per finire, se vogliamo rendere il nostro orticello ancor più decorativo, procuriamoci delle etichette effetto lavagna da applicare sui vasi, scriviamo quindi il nome di ciascuna aromatica o ortaggio, oppure ricicliamo i bastoncini dei ghiaccioli, da inserire direttamente nella terra. Anche qui le soluzioni sono infinite, quindi spazio alla fantasia!