Alcuni lotti del collirio ISCHEMOL A COLL 10 ml 0,05+0,1% -  AIC 023540038 sono stati ritirati a scopo cautelativo dopo che l’Agenzia Italiana del Farmaco ha disposto che venissero tolti dal mercato. Si tratta, in particolare, dei lotti n. 023014 con scadenza 2/2019 e n. 023015 con scadenza 3/2020, prodotti dalla ditta Thea Farma Spa.

I lotti di collirio ISCHEMOL A COLL  10 ml 0,05+0,1% -  AIC 023540038 sono stati ritirati dal mercato a scopo precauzionale a causa di una comunicazione della ditta in merito ad un risultato fuori specifica a trentasei mesi per il lotto n. 023014.

Collirio ISCHEMOL A COLL: per chi è indicato

Questo collirio ISCHEMOL A COLL viene in genere utilizzato da coloro che presentano forme allergico-iperemiche a carico della congiuntivite e degli annessi oculari. Nel suo caso, pur presentando scarso assorbimento sistemico, va usato con particolare cura nei pazienti che sono affetti da disturbi cardiaci, ipertensione, iperglicemia, ipertiroidismo oppure che sono in trattamento con farmaci antidepressivi. L’uso nei bambini è consigliato soltanto in seguito all’approvazione da parte del medico. Una volta aperta la confezione, il collirio va gettato dopo trenta giorni e non va utilizzato ancora. Coloro che dovessero trovarsi in possesso di uno dei lotti indicati, sono invitati a non utilizzarli e a riportarli in farmacia.