Per colite si intende un’infiammazione acuta o cronica, parziale o generalizzata, del colon. Tra i sintomi vi sono dolore o fastidio nel basso addome, variazione di consistenza delle feci, dissenteria o stitichezza a fasi alternate, gonfiore per la presenza di gas intestinali. Può essere causata o aggravata dall’ansia, dallo stress e da disturbi nervosi, oppure può anche avere origine da una grave infezione all’intestino, o ancora può essere causata dalla presenza di intolleranze o allergie alimentari.

CHE FARE IN CASO DI COLITE

Bevete molto soprattutto se siete soggetti a dissenteria frequente. Limitate il consumo del caffè e degli alcolici ed i cibi che favoriscono la formazione di gas intestinali. Attenetevi a una dieta povera di grassi. I grassi gli oli, infatti, acuiscono la diarrea che spesso accompagna la colite.

RIMEDI FITOTERAPICI PER LA COLITE

Mescolate 2 cucchiai di succo di frutta o di succo vegetale a mezzo cucchiaio di aloe vera e bevete questa miscela prima dei pasti. Aiuta la guarigione del colon, alleviando efficacemente il dolore.

Assumete infusi di menta e camomilla (1 cucchiaio della mistura in infusione in una tazza di acqua calda per 10 minuti), possibilmente con l’aggiunta di un po’ di zenzero fresco, 2 o 3 volte al giorno.

È utile anche il decotto di pau d’arco: fate bollire per 8-10 minuti 2 cucchiaini di corteccia e/o di legno in 2 tazze d’acqua. Bevetene 2-4 volte al giorno.

In caso di stitichezza, come leggero lassativo, usate i semi di lino: mettetene 1 cucchiaino da dessert su una porzione di cereali e assumeteli con circa 200 ml d’acqua.

Per regolarizzare l’intestino e calmare l’infiammazione, sono indicati i macerati glicerici di Vaccinium vitis idaea, Rubus fructicosus e Ribes nigrum, da 30 a 50 gocce del rimedio prescelto, in acqua, 1-2 volte al giorno.

INTEGRATORI

  • Magnesio, 1 fiala di giorno. Favorisce la trasmissione degli impulsi nervosi.
  • Fermenti lattici probiotici, 1 fiala al giorno lontano dai pasti. Regolarizza la flora batterica intestinale.

OMEOPATIA PER LA COLITE

In caso di dolori lancinanti, che diminuiscono comprimendo l’addome o piegandosi su se stessi e scaldando la parte: Colocynthis, oppure Magnesia phosphorica se i dolori sono localizzati quasi soltanto a destra. Colocynthis può essere valido anche quando il disturbo compare a causa dell’insorgere di uno scatto d’ira; in questo caso, si può assumere una monodose alla 30 CH, in una volta sola.

Quando la stitichezza si alterna alla diarrea, si presentano flatulenza, dolori e muco nelle feci -  e la situazione si aggrava prima di una prova o di un impegno importante che vi preoccupa -  si consiglia Argentum nitricum.

In presenza di sensazione di nausea, dolori acuti, feci dalla consistenza acquosa con muco gelatinoso e avversione al cibo, è consigliabile Colchicum.

Tutti i rimedi vanno assunti alla 30 CH, sciogliendo in bocca 3-4 granuli del prodotto 3 volte al giorno.

[Attenzione: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]