Probiotici amici dell’uomo, almeno secondo i ricercatori canadesi dell’American Heart Association, coordinati da Mitchell Jones della McGill University. Questi microrganismi vivi, naturalmente presenti nell’intestino, hanno effetti benefici nell’organismo; l’assunzione di questi batteri anche dall’esterno sembra portare ulteriori vantaggi al nostro fisico, diminuendo il rischio di alcune malattie croniche e disturbi cardiovascolari.

Lo studio effettuato su 127 pazienti con comprovata quantità superiore di colesterolo nel sangue, prevedeva la somministrazione del Lactobacillus  reuteri NCIMB 30242 ad una prima metà del campione, di placebo alla seconda. I partecipanti soggetti al trattamento hanno abbassato i livelli di colesterolo dell’11,6 per cento in nove settimane, accanto ad una riduzione del 6,3 per cento degli esteri del colesterolo e una diminuzione dell’8 per cento degli acidi grassi saturi rispetto al gruppo placebo.   

Attenzione però: lo yogurt, lo yogurt di soia, o altri alimenti con aggiunta specifica di colture batteriche vive e attive non svolgono lo stesso effetto benefico degli integratori alimentari in quanto vengono distrutti nel momento in cui incontrano i succhi gastrici presenti nell’intestino, non sopportandone l’acidità.