La colazione è il pasto più importante della giornata, ma spesso anche il più sottovalutato. Ecco dunque i 10 errori da non fare per iniziare la mattinata con un pieno di energia.

1. Primo gravissimo errore: saltare la colazione. E’ proprio al mattino, quando siamo digiuni da almeno 8 ore (dalla cena del giorno precedente), che il corpo ha maggiore bisogno di ricaricarsi introducendo i nutrienti fondamentali attraverso il cibo. Non fare colazione non significa dunque rimanere in linea, bensì  privarsi di energia, con oltretutto il rischio di rallentare il metabolismo e quindi di ingrassare. Secondo i ricercatori della Harvard School of Public Health, saltare la prima colazione aumenterebbe inoltre il rischio di sviluppare una patologia cardiaca del 27% rispetto a chi invece è solito fare colazione al mattino.

2. Bere solo un caffè: trangugiare al volo un caffè non significa fare colazione! A stomaco vuoto, il caffè provoca inoltre un’ipersecrezione gastrica, che a lungo andare irrita l’apparato digerente predisponendo a problemi quali gastriti e reflusso esofageo.

3. Allo stesso modo, anche mangiare troppo di prima mattina non è consigliabile: una colazione sovrabbondante rallenta la digestione e appesantisce l’organismo, che può risentire dell’eccesso calorico per tutta la giornata. Così facendo si sottrae quindi energia invece che immetterla, oltre a correre il rischio di aumentare di peso. Meglio optare per cereali, yogurt e frutta.

4. Consumare solo cibi dolci: il picco glicemico di tali alimenti si esaurisce rapidamente, lasciando posto al senso di fame, con il rischio di cedere con facilità alla tentazione di spuntini poco salutari durante la mattinata. Meglio quindi consumare una buona dose di fibre e proteine, limitando gli zuccheri.

5. Dimenticare le proteine: a differenza di quanto accade con i carboidrati, per digerire le proteine il nostro corpo impiega lungo tempo, con il vantaggio di garantire un senso di sazietà più duraturo.

6. Non mangiare sufficienti fibre: le fibre aumentano il senso di sazietà, contribuiscono a ridurre l’assorbimento di grassi e zuccheri e regolarizzano le funzioni intestinali. Una colazione a base di cereali integrali e frutta è dunque un’abitudine molto salutare.

7. Scordarsi di bere: esattamente come necessitiamo di nutrimenti, dopo la notte c’è bisogno di reidratare il corpo. Importantissimo quindi bere almeno 1 bicchiere d’acqua; meglio ancora una bella tazza di tè. Un apporto insufficiente di liquidi durante la mattinata può predisporre a problemi di stitichezza.

8. Bere molti succhi di frutta: spesso si crede che i succhi di frutta costituiscano un alimento salutare, in realtà sono ricchi di zuccheri, coloranti, e generalmente contengono frutta solo in basse percentuali. Meglio preferire una spremuta o un centrifugato fatto in casa

9. Mangiare di fretta: dedicare il giusto tempo alla colazione fa sì che questa si trasformi in un piccolo rituale relax mattutino. Godersi il cibo e masticarlo adeguatamente favorisce inoltre la digestione, prolungando il senso di sazietà.

10. Mangiare troppo tardi la mattina: gli esperti consigliano di fare colazione entro un’ora dal momento in cui ci si alza dal letto. Rimandando il momento della colazione si corre infatti il rischio che il senso di fame aumenti, con conseguente abbuffata quando finalmente giunge il momento di mettere qualcosa sotto i denti.