In Europa si discute di clonazione. Lo si fa con una consultazione aperta a tutti i cittadini dell’Unione che sono  chiamati a esprimere il loro parere sulla clonazione a scopi alimentari.

Ed è, ovviamente, subito polemica da parte delle associazioni animaliste che intendono battersi in ogni modo per evitare che un simile progetto possa avere un inizio.

Le motivazioni di questa consultazione, secondo l’Unione Europea, stanno nel fatto che, prima di poter mettere in piedi una qualsiasi regolamentazione sull’argomento, è necessario chiedere il parere dei propri cittadini che hanno il diritto/dovere di decidere se sono d’accordo o meno su un eventuale programma di clonazione a fini alimentari.

Lo scopo di questo tipo di clonazione è quello di poter massimizzare il rendimento degli animali allevati per finire come cibo sulle nostre tavole con il minimo sforzo. Infatti, la clonazione riguarderebbe solo quegli esemplari che hanno una maggiore valenza a livello alimentare, come mucche particolarmente prolifiche o maiali molto in carne.

Se i cittadini europei decideranno per il sì, entro il 2013 potrebbe essere pronta la prima normativa e, dal 2017, si inizierebbe con i primi esperimenti.

Si tratta di un argomento scottante e che riguarda molto da vicino tutti noi cittadini europei. Per compilare il questionario seguite il link della Commissione Europea.