La cistite, come abbiamo descritto qui, è una fastidiosa infezione della vescica, a cui sono più soggette le donne, per ragioni anatomiche: essendo uretra, ano e vagina molto vicini, i funghi e i batteri che proliferano nelle mucose intime possono raggiungere facilmente le vie urinarie ed infettarle.

Esistono terapie antibiotiche per curarla, ma gli antibiotici hanno anche degli effetti collaterali che potrebbero portare alla ricomparsa della cistite: oltre ad uccidere gli agenti patogeni responsabili della cistite, colpiscono anche la flora batterica intestinale del nostro organismo, eliminando così un’importante protezione contro gli agenti infettivi. Per tale motivo, vi consigliamo dei rimedi naturali con cui agire preventivamente, soprattutto dato che può diventare cronica ed estendersi verso i reni o altri organi, diventando pericolosa.

L’alimentazione è il primo aspetto che può prevenirla, al fine di avere un’azione antibatterica e antinfiammatoria naturale; tra i cibi consigliati ci sono:

  • Frutti come il mirtillo rosso (di cui possiamo bere anche il succo o assumerlo sotto froma di integratore alimentare),
  • il ribes;
  • l’uva;
  • Lo yogurt e i probiotici, ricchi di vitamina B e lattobacilli che proteggono la flora batterica intestinale
  • Verdura antiossidante e diuretica come lattuga, bietole e pomdori, meglio se maturi.

Per quanto riguarda le cure naturali, invece, i rimedi omeopatici consigliati in caso di cistite sono:

  • Chantaris alla 9 CH (5 granuli ogni 2 ore fino a guarigione);
  • Mercurius corrosivus alla 9 CH;

Per i rimedi fitoterapici, infine:

  • ottimi gli integratori a base di uva ursina, ortosiphon e betulla;
  • D-Mannosio, che si trova in farmacia;
  • bere molta acqua. 

A cura di Jessica Di Giacomo

photo credit: akahodag via photopin cc