La cistite è un’infiammazione della vescica urinaria. Parliamo di una sensazione di dolore e di fastidio ed essa è provocata, nella maggior parte dei casi, da infezioni batteriche.

Per la cura della cistite è importante consultare sempre il proprio medico curante o il/la specialista prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco.

Oltre ad  iniziare una cura farmacologica per la cura della cistite, è importante seguire una serie di norme igienico-comportamentali utili per dare velocità alla guarigione e prevenire le eventuali ricadute:

1-      Bere molta acqua per diluire la carica batterica responsabile della cistite

2-      Indispensabile è l’igiene intima

3-     Evitare alimenti come cioccolato, caffè, peperoncino o spezie, in quanto irritano le vie urinarie

Tra i farmaci più importanti ricordiamo:

1-      Antidolorifici o antispastici come Spasmex, Buscopan, Erion, Addofix

2-      Antibiotici come Bactrim, Exocin, Zimox, Augmentin

3-     Estrogeni naturali o di sintesi

In seconda scelta possiamo anche riccorrere a trattamenti come l’alcalinizzazione delle urine o l’acidificazione delle urine.

Quando parliamo di alcalinizzazione delle urine ci riferiamo all’alleviare la sintomatologia dolorosa della cistite e delle infezioni alle vie urinarie in genere.

L’acidificazione delle urine, invece, viene generalmente consigliata nella fase acuta della cistite.

Per alleggerire la cistite può essere utile anche la fisioterapia. In ogni caso, prima di tutto è sempre importante consultare gli esperti e quindi i medici o gli specialisti.

photo credit: ep_jhu via