La cistite è un’infezione delle vie urinarie tanto odiata dalle donne. Questa in genere viene causata da diversi batteri che, sopraggiungendo nella vescica per via vaginale o per via intestinale (Escherichia coli), vanno a proliferarsi al suo interno scatenando l’infezione.

In genere la cistite è caratterizzata da sintomi come dolore e bruciore durante la minzione nonché un bisogno frequente di urinare. A questi si possono aggiungere dolore al basso ventre e in alcuni casi si può notare anche del sangue nelle urine.

Per andare sul sicuro, sfuggendo così ai sintomi ingannevoli, ogni volta che si avvertono i sintomi è sempre meglio rivolgersi al proprio medico curante oppure una figura specializzata – come il ginecologo – in modo da avere la giusta diagnosi. A seconda della gravità, prima di passare alla terapia antibiotica si può pensare di curarla attraverso alcuni classici rimedi naturali, compreso qualche piccolo accorgimento nell’alimentazione quotidiana.

Cistite: l’importanza dell’alimentazione

Oltre ai rimedi naturali, per risolvere i problemi legati alla cistite bisogna pensare innanzitutto alle proprie abitudini alimentari: questo perché capita spesso che alla base del problema vi sia una dieta non bilanciata ed uno stile di vita scorretto che favoriscono la proliferazione dei batteri.

Tra gli alimenti da prediligere ci saranno quelli ricchi di fibre, con cereali integrali ma soprattutto frutta e verdura fresca e di stagione con particolari azioni diuretiche: quindi sì a angurie, meloni, finocchi, cetrioli e ancora ananas, invidia belga e mandarini.

Da evitare invece cibi contenenti zuccheri raffinati e zuccheri da soli o aggiunti alle bevande come succhi di frutta o bibite varie, ma anche insaccati, formaggi, cibi piccanti e speziati – in quanto potrebbero far peggiorare i sintomi legati al bruciore e al dolore – e soprattutto alcol e caffè.

Essenziale per ripulire il proprio organismo dai batteri presenti nel tratto urinario e restaurare così il benessere è l’acqua: in questo caso, infatti, bisognerebbe cercare di berne il più possibile, almeno un litro e mezzo al giorno.

Cistite: i rimedi naturali

Tra i rimedi naturali che si possono trovare in tutte le cucine si trova indubbiamente il mais, grazie alla sua azione non solo antinfiammatoria e analgesica ma anche diuretica, caratteristiche essenziali per cercare di alleviare i fastidiosi sintomi legati alla cistite. Altrettanto efficace anche il mirtillo rosso, utile non solo per contrastare i primi sintomi legati alla cistite – e altre infezioni delle vie urinarie – ma anche per prevenirli: questo può essere assunto sotto forma di succo oppure di infuso.

Non è da meno anche l’uva ursina, utilizzata anche questa non solo per alleviare i sintomi legati alla cistite ma anche infezioni alle vie urinarie: con un’azione antibatterica, antinfiammatoria e calmante l’uva ursina si può trovare sotto forma di capsule, tavolette o fluido e per un’azione ancora più elevata può essere unita al mirtillo rosso oppure al corbezzolo, il quale in genere si trova sotto forma di tintura madre.

Un rimedio efficace arriva anche dalla malva che, grazie alla sua azione lenitiva e disinfiammante, può essere utilizzata per preparare una classica tisana utilizzando fiori e foglie essiccati da lasciare in infusione in acqua calda per almeno dieci minuti da assumere due volte al giorno.

Se bene in genere venga utilizzata per contrastare le infezioni delle vie urinarie anche l’erica possiede degli effetti positive in caso di cistite grazie alle sue proprietà lenitive, diuretiche, antisettiche e astringenti: per enfatizzare la sua efficacia può essere unita al corbezzolo o all’uva ursina. Altrettanto efficace è anche la pilosella, particolarmente efficace nel contrastare i sintomi legati alla cistite grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e lenitive da assumere sotto forma di infuso.

Dai mille utilizzi, per alleviare i sintomi legati alla cestite entra in campo anche la calendula: nota per le sue proprietà antimicrobiche può essere unita ad altri rimedi naturali come la malva ma anche l’erica nel caso in cui si voglia preparare un infuso. In caso di cistite lieve si può utilizzare anche l’ortica: grazie alle sue proprietà diuretiche può essere utilizzata per la preparazione di tisane, utilizzando le sue foglie essiccate mettendole in infusione per almeno dieci minuti prima di berla.

Cistite: alcuni consigli

Oltre all’alimentazione e ai classici rimedi naturali, in caso di cistite bisognerà anche evitare di indossare indumenti troppo stretti o intimo in microfibra, in quanto non farebbero altro che incentivare l’annidamento dei batteri. Per questo motivo, infatti, viene consigliato di optare per indumenti intimi in cotone, meglio se bianchi. Da evitare anche detergenti intimi troppo aggressivi che possono alterare il pH della pelle.