La cistite è uno dei disturbi che si presenta più spesso nelle donne. È causata da batteri come l’Escherichia Coli che si annidano nelle vie urinarie e si manifesta con dolori nella minzione e dolori alla parte bassa dell’addome.

In estate, poi, questo disturbo tende a manifestarsi più frequentemente. Come fare, allora, a evitarla?

In primo luogo è necessario mantenere le buone abitudini che si hanno anche nelle altre stagioni, come la limitazione dell’assunzione di bevande alcoliche o contenenti caffeina, avere un’attenzione particolare per l’igiene intima e indossare abiti in cotone o in altre fibre naturali e non attillati che permettano alla pelle di respirare liberamente.

Come accennato, però, in estate ci sono alcuni fattori che contribuiscono a far scatenare la cistite. Tra questi ci sono gli sbalzi di temperatura, l’umidità, il contatto con la sabbia e la disidratazione.

Per questo è buona norma evitare di tenere il costume bagnato, in quanto l’umidità favorisce la proliferazione dei batteri, come è necessario fare attenzione al contatto con la sabbia che potrebbe essere un veicolo di infezioni.

È anche molto importante bere molta acqua in modo che la vescica venga svuotata piuttosto spesso (almeno ogni 3 o 4 ore) per evitare che i batteri rimangano troppo a lungo all’interno della vescica.