Iniziare una dieta e sentirsi pienamente soddisfatti di ciò che si mangia sono due condizioni che raramente coesistono nello stesso tempo e luogo. Va bene la determinazione per il raggiungimento degli obiettivi di peso prefissati, ma razionare o eliminare del tutto gli alimenti più ghiotti difficilmente rende i pasti altrettanto gustosi. Ma forse la prospettiva cambierebbe radicalmente se si potesse utilizzare, per esempio, il cioccolato fondente per dimagrire.

Considerato giustamente un alimento ipercalorico per eccellenza, il cioccolato non è esattamente il cibo prediletto dai dietologi e dagli istruttori di fitness. Eppure, secondo una ricerca dell’Istituto di Dietetica e Salute di Mainz, quello fondente, se consumato nelle giuste dosi, non solo non fa ingrassare, ma anzi consente di velocizzare la perdita di peso: circa 40 grammi di cioccolato extra-fondente al giorno, abbinati a una dieta corretta, fanno perdere il 10% di peso in più rispetto alla diminuzione ponderale legata soltanto a un regime ipocalorico.

Anche un altro studio, condotto da un gruppo di ricercatori dell’università di San Diego e pubblicato su Archives of Internal Medicine, ha confermato i risultati della ricerca tedesca: il consumo di cioccolato sarebbe da collegare ad un ridotto Indice di Massa Corporea o BMI. Il merito sarebbe tutto degli antiossidanti contenuti nel cioccolato, sostanze inoltre in grado di combattere i radicali liberi e di contrastare l’invecchiamento dei tessuti cutanei, regalandoci un aspetto più giovane.

Attenzione: non tutto il cioccolato può essere utile allo scopo. Come sottolinea Andrea Ghiselli, ricercatore dell’Istituto nazionale ricerca alimenti e nutrizione, “molti studi ul cioccolato sono condotti con cioccolato speciale, ricco di catechine e povero di grassi. Peccato che il cioccolato commercializzato sia differente e che per avere la stessa quantità di sostanze benefiche occorra normalmente assumere anche chili di grassi saturi“. Tradotto: bisogna leggere molto attentamente l’etichetta del prodotto che si sta per acquistare. Se tra gli ingredienti vi è la parola “puro”, significa che non sono stati aggiunti grassi vegetali e che il cioccolato (rigorosamente fondente o extra-fondente) è adatto alla vostra dieta.

Inoltre, il consumo di cioccolato fondente deve essere sempre accompagnato da una dieta accorta. Gli alimenti ricchi di fibre come cereali integrali, frutta e verdura, sono particolarmente indicati; tra i condimenti segnaliamo l’olio extravergine di oliva (non più di due cucchiaini al giorno), l’aceto di mele e il limone, mentre vanno evitati lo zucchero (meglio il fruttosio) e le bevande dolci e gassate, da sostituire con acqua oligominerale.