Il latte non è il solo prodotto delle fabbriche del latte. Lo sono anche le infezioni. Infatti, circa la metà delle mucche di uno stabilimento è colpita da infezioni alla mammella, conosciuta anche come mastite, a causa delle pessime condizioni igieniche delle stalle e degli spazi ristretti in cui questi animali sono costretti a vivere in immobilità diurante tutta la loro vita.

L’infezione, che può essere letale per l’animale, è particolarmente duro per le mucche. L’infezione alla mammella riduce il valore nutrizionale del latte: le mucche con la mastite producono un latte che contiene poco potassio, lactoferrina, e caseina (la maggiore proteina del latte).

Naturalmente, per ovviare le infezioni gli animali vengono imbottiti di antibiotici e medicinali, che poi finiscono nel latte stesso.

Ancora convinti che il latte che bevete sia così buono?