I dolori causati dall’arrivo del ciclo mestruale e dal ciclo mestruale stesso possono compromettere seriamente la vita di tutti i giorni di una donna. Recenti studi hanno confermato che i dolori legati alle mestruazioni o alla fase premestruale possono essere davvero molto forti e incidere in maniera negativa sulla vita quotidiana, mettendo a tacere la convinzione che molte donne tendano ad esagerare quando si tratta di essi. Nella maggior parte dei casi, i dolori sono piuttosto sopportabili e non causano l’alterazione della vita della donna ma spesso possono diventare anche piuttosto intensi, fino a costringere a restare a letto, prendere farmaci o cercare soluzioni alternative per lenirli (rivolgendosi ad un medico).

Ma perché il ciclo mestruale può causare dolori anche molto intensi? A questa domanda ha provato a rispondere uno studio recentemente pubblicato sul Journal of Women’s Health: a provocare i dolori tipici del ciclo mestruale sarebbe un’infiammazione acuta scatenata dalla proteina C reattiva. Ciò significa che per lenire i dolori, dovrebbero essere impiegati specifici medicinali antinfiammatori.

La proteina C reattiva viene prodotta dal fegato: più la sua concentrazione aumenta nel sangue, più aumenta la possibilità di soffrire di dolori durante le mestruazioni. Questo è quello che sarebbe risultato dall’analisi di oltre tremilatrecento donne: in oltre l’80 per cento di esse la presenza di dolori mestruali era dovuta ad un alto livello di proteina C reattiva rilevabile nel sangue. Sintomi quali crampi, pancia gonfia, dolore al seno o mal di schiena sarebbero tutti ricolleggabili proprio a questo tipo di proteina.

I ricercatori concludono lo studio suggerendo di utilizzare specifici antinfiammatori per combattere i dolori mestruali poiché questi sarebbero appunto provocati da uno stato infiammatorio.