Il ferro è un minerale che l’uomo assimila per via alimentare e il cui fabbisogno giornaliero oscilla tra i 10 e i 20 mg giornalieri. In particolare, i soggetti anemici ne hanno più bisogno e dovranno privilegiare una dieta ricca e variegata. Non sempre però si sa bene cosa mangiare oltre al tradizionale fegato, ecco dunque un piccolo inventario di cibi che contengono ferro, da avere sempre in dispensa.

Le frattaglie e, dunque, il fegato, sono da assumere almeno una volta a settimana (ai ferri o alla veneziana, c’è da sbizzarrirsi in cucina). Cozze e ostriche vi permetteranno poi di stare in forma non trascurando palato e gusto. Le uova e la poco amata carne di cavallo sono delle fonti proteiche strepitose oltre che essere cibi che contengono grosse quantità di ferro. Legumi e frutta secca irrinunciabili e per i più golosi il cioccolato fondente, per ritrovare l’energia non perdendo la linea: un quadratino al giorno.

È fondamentale riconoscere i cibi che contengo ferro poiché i sintomi della sua carenza possono causare un, seppur lieve, abbassamento della qualità della vita: debolezza, astenia, capogiri, piccoli deficit della memoria (scopri tutto sulle proprietà delle erbe per combattere l’anemia qui).

photo credit: lud_wing via photopin cc