La chirurgia estetica non va mai presa sotto gamba: sono ancora molti i casi in cui le persone sono rimaste sfigurate per via di un uso scorretto di apparecchiature o determinati prodotti. Per questo motivo la Società Italiana di medicina estetica (Sime) ha messo a punto un decalogo contenente tutte le regole da seguire in modo da non ritrovarsi poi spiacevoli sorprese, una volta terminato il “ritocchino”.

L’obiettivo di queste dieci regole è riuscire a indirizzare i pazienti futuri circa le potenzialità ma anche i rischi e i limiti che ancora sorgono nella medicina estetica: la società, infatti, condanna tutti coloro che non solo praticano trattamenti con macchinari non idonei o sostanze non autorizzate, mettendo quindi a repentaglio la salute del paziente.

Il decalogo punta quindi a elargire una corretta informazione alla valutazione delle alternative, dalla prevenzione ai risultati, attraverso consigli e concreti.

Chirurgia: i dieci consigli degli esperti

  1. Informarsi bene: è essenziale, infatti, non accontentarsi di una sola fonte, “un articolo di giornale o televisivo”, ma consultare solamente figure professioniste, certificate e soprattutto competenti.
  2. Chiedere spiegazioni. Diffidare dei medici che, prima di effettuare un qualsiasi trattamento non svolgono una visita completa e approfondita: gli specialisti, inoltre, devono essere in grado di spiegare bene tutto ciò che pensa di fare, insieme ai limiti e le complicanze possibili. Il paziente deve sempre pretendere dal medico il consenso informato.
  3. Rivolgersi solo a professionisti certificati. È importante verificare che il medico sia iscritto a società scientifiche, aggiornato e formato specificatamente in medicina estetica.
  4. Prevenire è meglio che curare. Gli esperti consigliano di iniziare a pensare “oggi” a come si diventerà tra 10 anni per farsi indicare così i comportamenti migliori da mantenere ed evitare di accelerare il passaggio del tempo.
  5. Valutare le alternative. È importante pensare sui possibili metodi d’intervento: nel caso in cui non si sia completamente sicuri gli esperti consigliano di optare per la soluzione meno invasiva. Tecniche soft danno anche risultati soft, ma tali saranno anche le complicanze che potrebbero presentarsi.
  6. Dire no alla bellezza ‘”pronta e subito”. Bisogna fare attenzione a chi promette troppo, ai fantomatici “maghi”, ma, soprattutto, fidarsi dei consigli del professionista preparato: secondo gli esperti, infatti, non bisogna insistere nel volere qualcosa in più e, soprattutto, “diffidare di chi ci accontenta senza critica”.
  7. Pretendere la documentazione. Gli esperti, infatti, spiegano che è importante farsi sempre rilasciare dal medico il dettaglio dei trattamenti effettuati, dei farmaci e dei presidi utilizzati.
  8. Non dare il risultato per scontato. Non andare dal medico estetico come se fosse una passeggiata.
  9. Spiegare bene quale obiettivo estetico si vuole ottenere. “Non basta desiderare un risultato per ottenerlo”, spiegano gli esperti, per questo motivo è fondamentale descrivere al medico ciò che si desidera e pretendere di essere informati di quello che la medicina estetica è in grado di fare ma, soprattutto, di non fare.
  10. Non puntare a modelli irraggiungibili. Spesso e volentieri, infatti, sono in molti coloro che si recano dal chirurgo per fare un ritocchino “come quella persona”. Veline e modelle, spiegano gli esperti non sono “reali” “e i trucchi della televisione sono magici come i ritocchi alle fotografie”.