Il catarro nelle orecchie è solitamente un sintomo associato ad otite media secretiva: si tratta di un’otite che colpisce l’orecchio medio e che in genere si manifesta con secrezioni di muco purulento oppure di catarro. Il catarro nelle orecchie è dunque la conseguenza più diretta di un’infezione che colpisce le orecchie stesse e che di solito interessa la zona che va dal timpano alla tromba di Eustachio.

Catarro nelle orecchie: le cause

La causa principale del catarro nelle orecchie, come già accennato, è la presenza di un’infezione, in genere provocata da virus oppure da batteri. L’infezione non è però la sola a poter provocare questa patologie. Fra le altre cause note vi sono anche l’esposizione al fumo della sigaretta, le allergie, malformazioni del palato o della tromba di Eustachio, borotrauma. I bambini tendono a soffrire parecchio di questa malattia, che in loro è spesso associata anche a raffreddore e febbre.

Catarro nelle orecchie: i sintomi

I sintomi attraverso cui è possibile cercare di riconoscere questa malattia possono essere:

  • dolore
  • febbre
  • abbassamento dell’udito
  • perdita dell’udito
  • senso di vertigini
  • vomito
  • fischio nell’orecchio
  • irritabilità

Catarro nelle orecchie: i rimedi naturali

In presenza di questa patologia è sempre bene rivolgersi ad un medico, il solo che possa diagnosticarla e prescrivere il trattamento più efficace (solitamente costituto dall’assunzione di farmaci antibiotici e di antipiretici, qualora fosse comparsa anche la febbre. Nei casi più gravi si ricorre all’operazione chirurgica). Tuttavia vi sono anche alcuni rimedi naturali che si possono provare per alleviare i sintomi e i fastidi provocati dalla malattia. Fra i più efficaci:

  • le irrigazioni nasali fatte con della soluzione salina
  • aerosol a base di acquee sulfuree
  • utilizzo di gocce di olio di mandorle nelle orecchie
  • bere infusi di liquirizia, anice oppure eucalipto che aiutano la fluidificazione del catarro
  • bere molta acqua