Le castagnole (anche conosciute come Zeppole o Tortelli) sono un dolce tipico del periodo di Carnevale. Si tratta di golose frittelle realizzate con un impasto a base di farina, uova e zucchero, da cui si formano piccole sfere che ricordano le castagne (da qui il nome ‘Castagnole’). Esistono numerose varianti di questo dolce tradizionale, alcune delle quali prevedono una farcitura di crema pasticcera, ricotta, cioccolato, panna, liquori vari, oppure la cottura al forno al posto della frittura. Noi oggi ci concentreremo tuttavia sulla ricetta originale di questo dolce tipico delle regioni del centro Italia, ma ovunque molto apprezzato.

INGREDIENTI (per una quarantina di castagnole)

  • 370 g di farina 00
  • 80 g di zucchero semolato
  • 3 uova
  • 60 g di burro
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 baccello di vaniglia
  • buccia grattugiata di 1 limone non trattato
  • liquore all’anice
  • olio per frittura

PREPARAZIONE

Incidete il baccello di vaniglia e versate i semi in una ciotola capiente; aggiungete lo zucchero, mescolate bene e lasciatelo aromatizzare per qualche minuto. Ammorbidite intanto il burro, quindi aggiungetelo allo zucchero, seguito dalle uova. Mescolate e unite la buccia grattugiata del limone, un pizzico di sale e il liquore all’anice a piacere. Setacciate ora la farina e aggiungetela poco per volta, fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Aggiungete infine il lievito setacciato, quindi avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per circa 30 minuti. Mettete nel frattempo a riscaldare l’olio e portandolo a circa 170/175°. Recuperate quindi l’impasto e cominciate a creare tante piccole palline (come si fa per le polpette), friggendole poco per volta in abbondante olio. Quando avranno assunto un bel colore dorato (dopo un paio di minuti circa), recuperate le castagnole con l’aiuto di una schiumarola e mettetele ad asciugare su fogli di carta assorbente. Una volta intiepidite, rotolatele infine nello zucchero e servite. Se cotte bene, le castagnole risulteranno croccanti all’esterno, ma con un cuore tenero.