Le castagnole sono golose frittelline realizzate con un impasto a base di farina, uova e zucchero, da cui si formano piccole sfere che ricordano le castagne (da qui il nome ‘castagnole’). Altrimenti note come zeppole o tortelli milanesi, esse costituiscono un dolce tipico del periodo che va da dopo Natale, fino al Carnevale, interessando i mesi di gennaio e febbraio.

Per una variante più leggera, è possibile provare le deliziose castagnole al forno, che prevedono un metodo di cottura light rispetto alla classica frittura, pur mantenendo tutto il gusto di questo dolce tipico. La ricetta base infatti non cambia; ciò che varia è invece il tempo di cottura e la decorazione finale con lo zucchero. Ecco dunque come preparare le castagnole al forno:

INGREDIENTI:

  • 200 g di farina 00
  • 2 uova medie
  • 30 g di burro
  • 60 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di vaniglia
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1 buccia grattugiata di limone
  • 20 ml di vino bianco
  • 50 ml di alchermes o di succo di arancia
  • un pizzico sale
  • zucchero semolato per decorazione

PREPARAZIONE

In una ciotola capiente versate, uno dopo l’altro, tutti gli ingredienti: la farina, il lievito, lo zucchero, le uova, il burro ammorbidito a pezzetti, la vaniglia, un pizzico di sale, il liquore (o succo di arancia) e le scorse grattugiate. Iniziate quindi ad impastare aggiungendo poco alla volta il vino bianco. Lavorate velocemente l’impasto con le mani, fino ad ottenere un panetto omogeneo e compatto. Lasciatelo poi riposare per una decina di minuti. Utilizzando un cucchiaino come dosatore, prelevate ora piccole porzioni di pasta e modellatele creando tante palline di uguale dimensione. Queste andranno poi disposte su una teglia rivestita di carta da forno e cotte a 180° per una decina di minuti. Controllate di tanto in tanto la cottura con uno stuzzichino e ricordate che le castagnole non devono imbrunire eccessivamente. Se le cuocerete troppo, tenderanno infatti a perdere morbidezza.

Una volta sfornate, le castagnole al forno vanno passate velocemente in una ciotola con dell’alchermes (o del succo di arancia per la variante analcolica), quindi tuffate nello zucchero semolato. In questo modo acquisteranno un bel colorito e lo zucchero rimarrà ben adeso alle pareti dei nostri dolcetti. Se non gradite l’alchermes, in alternativa potete realizzare una bagna al limoncello preparata mescolando acqua e liquore in parti uguali. Rimettete quindi le castagnole in forno (spento ma ancora tiepido) e lasciatele asciugare per una decina di minuti prima di servirle.