Dalla Finlandia arriva una straordinaria novità: un team di ricercatori avrebbe infatti messo a punto quella che potrebbe essere definita come della speciale carta da parati solare in grado di produrre energia elettrica che poi servirebbe per illuminare l’interno delle abitazioni. I ricercatori del Vtt Technical Research Center avrebbero dunque inventato quelli che potrebbero essere definiti dei pannelli solari da apporre sui muri (a mo’ di carta da parati solare, appunto): un sistema piuttosto flessibile che può essere però applicato anche a cartelloni pubblicitari, macchine o, restando sempre in ambito casalingo, sulle finestre degli edifici.

La carta da parati solare che è stata inventata in Finlandia ha stabilito anche un primato: secondo la rivista Scientist America, infatti, sarebbe la prima volta che dei pannelli solari biologici vengono prodotti in forma di strisce e realizzati con un metodo di stampa grazie al quale è possibile produrne in massa.

Questa cosiddetta carta da parati solare, infatti, viene prodotta grazie alla tecnologia a rotocalco e alla serigrafia, è spessa solo 0,2 millimetri e contiene al suo interno gli elettrodi e gli strati di polimeri che servono poi per catturare la luce del sole da trasformare poi in energia elettrica.

L’altra particolarità di questi speciali pannelli fotovoltaici è quella di poter essere prodotti con grafiche diverse, in modo che gli stessi possono essere adattati all’estetica dell’edificio, proprio come la normale carta da parati.

È stato stimato che nei Paesi della zona mediterranea, un set di circa duecento fogli di questa speciale carta da parati solare può andare a formare un metro quadrato di superficie attiva, in grado di generare una potenza di 10,4 watt. Un’invenzione straordinaria, insomma, in grado di rendere gli edifici sempre più efficienti dal punto di vista energetico ed ecosostenibili ma anche più economica, forse, rispetto ai normali pannelli solari che tutti conosciamo.