Quali sono le controindicazioni della cardioaspirina? La cardioaspirina non dovrebbe mai essere assunta da pazienti allergici all’ibuprofene o al naprossene. I suoi effetti collaterali sono: bruciore allo stomaco, rischio di emorragia gastrica, anemia emolitica, diminuzione della capacità dei reni di eliminare l’acido urico; può avere effetti sul sistema nervoso centrale, causare la Sindrome di Reye ovvero l’encefalopatia acuta, orticaria, edema e mal di testa; fa insorgere microemorragie celebrali, angioedemi in alcuni pazienti. Per questi motivi la cardioaspirina va assunta soltanto su prescrizione medica e nelle dosi consigliate. Alla prima comparsa di eventuali reazioni bisogna contattare subito il medico.