La caponata è una ricetta tipica della cucina siciliana. Anticamente servita come piatto unico, accompagnata dal pane, oggi costituisce un contorno o un antipasto gustoso, perfetto da servire a fine estate, quando le melanzane sono ben mature. Si tratta infatti di una ricetta a base di ortaggi freschi, insaporiti con olive, capperi e una salsa agrodolce creata con zucchero e aceto di vino bianco. La caponata palermitana costituisce probabilmente la versione più classica del piatto, ma spostandosi da una zona all’altra della Sicilia è possibile gustare oltre 30 differenti varianti della ricetta tradizionale, che prevedono ad esempio l’aggiunta di basilico, pinoli o mandorle tostate. Una volta acquisiti i passaggi fondamentali, nulla ci vieterà quindi di giocare con gli ingredienti che più ci piacciono, aggiungendo ad esempio peperoni, zucchine, aglio, origano, acciughe, oppure trasformando la caponata in un gustoso condimento per la pasta. Prima di creare la nostra personale variante, scopriamo però come preparare e cucinare la caponata siciliana per eccellenza.

INGREDIENTI (per 4 porzioni)

  • 1 kg di melanzane
  • 200 grammi di olive snocciolate
  • 50 grammi di capperi
  • 500 grammi di pomodori rossi
  • 400 grammi di sedano (solo gambi)
  • 2 cipolle bianche
  • 50 grammi di zucchero
  • 100 ml di aceto bianco di vino
  • Sale grosso
  • Olio di semi
  • Olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE:

Dopo averle lavate, tagliate le melanzane a dadini da 2/3 cm per lato; cospargetele di sale e lasciatele riposare in uno scolapasta per circa 1 ora, così che rilascino gran parte dell’acqua di vegetazione. Tagliate nel frattempo i gambi di sedano a tocchetti da 1 cm circa e sbollentateli per qualche minuto in abbondante acqua salata. Scolate quindi il sedano e lasciatelo asciugare su un canovaccio di cotone. Mondate ora le cipolle e tagliatele a fettine sottili, tutte dello stesso spessore, così che cuociano in maniera uniforme. Prendete una padella antiaderente dal fondo spesso e abbastanza capiente; versatevi un filo di olio extravergine di oliva e lasciatevi imbiondire le cipolle a fiamma bassa. Un volta appassite, aggiungete i capperi dissalati, le olive snocciolate e lasciate sfrigolare a fiamma vivace per una decina di minuti, stando attenti che la cipolla non bruci. Lavate ora i pomodori; tagliateli a cubetti e versateli nella padella assieme a cipolla, capperi e olive. Cuocete il tutto a fuoco dolce per una ventina di minuti. In un’altra padella, soffriggete per un paio di minuti il sedano precedentemente tagliato a dadini e sbollentato. Scolate ora le melanzane; asciugatele bene e friggetele in una padella con abbondante olio di semi bollente. Dopo pochi minuti di cottura, scolatele e unitele al resto degli ingredienti. Aggiungete infine il sedano; mescolate per qualche istante (a fiamma media); dopodiché aggiungete lo zucchero e l’aceto di vino bianco. Lasciate sfumare quindi togliete dal fuoco, aggiungete qualche fogliolina di basilico spezzettata e portate in tavola.