I pidocchi stanno diventando per i capelli quello che i super batteri resistenti agli antibiotici sembrano già essere diventati per l’organismo: è molto più difficile combatterli. Fino a qualche tempo fa eliminarli non era poi così difficile grazie ai trattamenti presenti in commercio e grazie a forme di prevenzione.

Oggi sembra invece che i pidocchi siano diventati assai resistenti ai farmaci che in genere si utilizzavano contro di essi, o almeno questo avrebbe decretato una ricerca condotta negli Stati Uniti. Secondo questo studio, i pidocchi sarebbero diventati talmente resistenti ai trattamenti da riuscire a continuare a riprodursi nonostante i rimedi contro di essi. I parassiti sarebbero riusciti dunque a mutare la propria natura, adattandosi alle soluzioni che un tempo erano invece efficaci per debellarli.

Se qualche anno fa, infatti, per scacciare i fastidiosi pidocchi bastava munirsi di principi attivi quali permetrina oppure piretrina, oggi queste due soluzioni, anche se combinate assieme, parrebbero essere diventate quasi inefficaci, almeno in tre casi su quattro. Fortunatamente, però, in commercio esistono molte altre soluzioni contro i parassiti, che ancora riescono a sortire il proprio effetto. Nonostante questo però, resta allarmante il fatto che i pidocchi siano riusciti a diventare assai più resistenti che in passato, con tutto quello che ciò comporta in termini di stress alla persona (soprattutto per il prurito e il fastidio che potrebbero essere avvertiti) e di costi economici per la società.