Esattamente come la pelle, anche i capelli vanno protetti da un’eccessiva esposizione al sole e reidratati alla fine di una lunga giornata al mare. Se le vacanze sono infatti un momento rigenerante per l’anima, al contrario, rischiano di stressare in modo irreparabile i nostri capelli, specialmente se tinti, o particolarmente fragili. Per evitare dunque di doverli tagliare al rientro dal mare, è bene ricordare che il prolungato surriscaldamento del cuoio capelluto tende a creare uno squilibrio a livello della microcircolazione (responsabile della nutrizione e dell’apporto di ossigeno al capello) alterandone così il funzionamento e abbreviando il naturale ciclo di vita dei capelli stessi. Non dimenticate quindi di mettere in valigia un copricapo che possa riparare la cute dal caldo e dall’azione dei raggi UV, che andando a danneggiare la cheratina del capello, lo indeboliscono. Secondo nemico di una chioma morbida e lucente è poi la salsedine. Questa si deposita infatti sulla cuticola (rivestimento più esterna del capello), danneggiandone l’integrità. Per evitare che i capelli appaiano secchi, sfibrati, opachi e maggiormente soggetti a rotture e caduta, non dimenticate quindi di risciacquare la chioma con acqua dolce (possibilmente fredda) dopo ogni bagno, sia in mare che in piscina. E se prevenire è sempre meglio che curare, prima di partire per le vacanze ricordate di acquistare un prodotto specifico per capelli dotato di filtro UV, nonchè ad azione reidratante, nutriente e disciplinante. Questo vi permetterà infatti di contrastare l’azione disidratante dell’acqua di mare e dei raggi solari, responsabili di ridurre la componente lipidica del capello, rendendolo così opaco e maggiormente soggetto a doppie punte e rottura. A ciò concorre poi il processo di fotossidazione della melanina, che schiarisce il colore naturale dei capelli, con una diminuzione dell’effetto protettivo. Solo una corretta protezione e reidratazione vi assicurerà quindi una chioma forte, soffice e lucente per tutta l’estate.