La preziosa spezia che ha il nome di cannella viene ricavata dai rametti o dai piccoli fusti della pianta stessa e ad essere utilizzata è soltanto la parte interna della sua corteccia. Quest’ultima viene fatta essiccare e pulita man mano, fino ad ottenere il tubo di cannella che si può vedere anche nella foto di questo articolo. La cannella è composta da sostanze quali proteine, zuccheri, fibre, grassi (anche se in quantità davvero minima), calcio, magnesio, ferro, sodio, potassio, zinco forsforo e selenio. La cannella è altresì ricca di vitamine: fra di esse le più comuni sono la vitamina A, le vitamine del gruppo B, vitamine C, E, K e J.

Cannella: gli utilizzi

La cannella può essere impiegata validamente come rimedio naturale per curare o prevenire una serie di malattie oppure di fastidi – che tra poco saranno elencati tutti. Oltre ai suoi utilizzi curativi, la cannella viene impiegata anche nel settore della cosmesi e in ultimo anche nel settore culinario. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, la spezie viene impiegata per aromatizzare gli alimenti e per donare loro un sapore del tutto unico. La caratteristica principale della cannella, infatti, è quella di avere un sapore che può essere sia dolce sia piccante allo stesso tempo e per questo motivo la si può trovare soprattutto sui dolci ma anche in alcuni vini, sui risotti, in alcuni piatti di carne oppure nelle salse dal gusto salato.

Cannella: proprietà benefiche

La cannella, come già anticipato, non è soltanto un’ottima spezia per rendere più gustosi i cibi ma è anche un prezioso rimedio naturale per prevenire e combattere alcune patologie. Fra i suoi usi più noti vi sono i seguenti:

  • ottimo digestivo
  • antisettico naturale contro batteri, virus e funghi
  • tenere sotto controllo il livello di zuccheri nel sangue (per chi soffre di diabete)
  • aiutare a combattere le infezioni che colpiscono le vie urinarie
  • alleviare gli stati di malessere generale dovuti a malattie come influenza oppure dissenteria
  • apportare benefici contro il raffreddore
  • combattere l’alito cattivo
  • la polvere di cannella può essere impiegata come disinfettante naturale

Cannella: le dosi consigliate

Per far sì che la cannella possa espletare i suoi effetti benefici in modo efficace, bisognerebbe fare attenzioni alle dosi che si assumono. Quelle consigliate per i soggetti adulti che la assumono per via orale sono le seguenti:

  • per gli infusi, massimo 150 millilitri e per massimo quattro volte al dì
  • per gli estratti liquidi, massimo un millilitro massimo tre volte al dì
  • per la tintura, massimo quattro millilitri al dì
  • per gli oli essenziali, massimo 200 milligrammi al dì, suddivisivi in almeno due dosi