L’utilità dell’omeopatia nella cura del cancro è stata oggetto di molte ricerche. La si è studiata come rimedio contro le vampate di calore dovute al tamoxifene, farmaco per il trattamento del cancro alla mammella, come terapia per migliorare la qualità di vita dei pazienti e per la capacità di ridurre gli effetti negativi della radioterapia.

Queste vampate di calore sono un effetto frequente nelle donne che assumono il tamoxifene. Altri sintomi spesso presenti nei malati di cancro sono depressione, ansia e affaticamento. Per tutte queste condizioni si prescrivono Amyl nitrosum, Lachesis, Calcarea carbonica, Natrum muriaticum, Sepia, Pulsatilla e Sulphur.

AMYL NITROSUM E LACHESIS

Amyl nitrosum è prescritto in modo specifico per le vampate di calore. Le donne che rispondono a questo rimedio sentono il sangue che sale alla testa, talvolta con una cefalea pulsante, seguito da sudorazione abbondante e brividi di freddo. Le donne che rispondono a Lachesis hanno anch’esse vampate di calore, ma accompagnate da emicrania, soprattutto al lato sinistro del capo. I sintomi sono tendenzialmente più intensi nella parte sinistra del corpo. Vi sono anche insofferenza per gli indumenti stretti e tendenza a facili lesioni della pelle.

CALCAREA CARBONICA

Anche in assenza di vampate di calore, le donne che rispondono a Calcarea carbonica sudano facilmente, soprattutto la notte, sul collo e sul capo. Sono ansiose, rimuginano sulle piccolezze e spesso si svegliano a causa di brutti sogni.

NATRUM MURIATICUM

Le donne che rispondono a Natrum muriaticum sono generalmente depresse, ma spesso nascondono efficacemente questo stato, evitando di parlare dei propri problemi. I loro sintomi tipici sono secchezza vaginale ed herpes ricorrenti sulle labbra.

SEPIA

Anche le donne che rispondono a Sepia possono presentare questi disturbi ma, al contrario delle donne Natrum muriaticum, che sono sensibili e ben disposte verso il prossimo, tendono a essere di cattivo umore e a mostrare distacco nei confronti della famiglia.

PULSATILLA E SULPHUR

Nelle donne che rispondono a Pulsatilla  si osserva una marcata  variabilità, sia nell’umore, sia nei sintomi. Sono persone dolci, che si commuovono facilmente. I pazienti Sulphur  possono diventare apatici o depressi pur essendo generalmente persone estroverse e di forte determinazione. Hanno i piedi caldi e talvolta maleodoranti, si tolgono le scarpe in ogni occasione e la notte tendono a tenere i piedi scoperti. Manifestano dolore bruciante in varie parti del corpo e possono avere scariche maleodoranti. Spesso hanno problemi cutanei, con esantemi particolarmente pruriginosi.

BELLADONNA

Uno studio clinico condotto in Italia ha dimostrato che il rimedio Belladonna, somministrato insieme con una dinamizzazione omeopatica ottenuto da acqua esposta a raggi X, riduce gli effetti collaterali della radioterapia della mammella compresi gonfiore, calore e scoloramento.

[Dubbi sull'omeopatia? Leggi qui le nostre FAQ.]