Non sempre il riposo è la medicina migliore per lo stato di affaticamento che deriva da trattamenti come la chemioterapia. Un vasto studio ha riscontrato che l’attività fisica migliora lo stato di benessere e la funzionalità generale di molte pazienti con cancro al seno. Alcuni ricercatori canadesi hanno scoperto che le donne sottoposte a trattamento del cancro della mammella in fase iniziale hanno ottenuto un miglioramento significativo delle condizioni cardiache e della funzionalità generale grazie a un programma di 6 mesi che prevedeva da 3 a 5 camminate la settimana, della durata di 1 ora.

Al contrario, l’inattività ha contribuito all’indebolimento delle pazienti che hanno seguito il consiglio medico tradizionale di evitare o limitare l’attività fisica durante il trattamento. I ricercatori specificano però che non bisogna eccedere. I pazienti che intendono intraprendere un programma di attività fisica devono consultare il medico e un fisiologo che possa valutare le loro condizioni fisiche.

LO YOGA

Lo yoga dolce è particolarmente indicato per i pazienti di cancro perché può aiutare a calmare la mente il corpo e favorire un senso generale di benessere.

In qualsiasi caso, l’importante è non lasciarsi abbattere e non calarsi subito nella parte di chi è destinato a soccombere alla malattia. Lo sport e l’attività fisica favoriscono un atteggiamento ottimista e ad aumentare la voglia di combattere la malattia.