Un gruppo di medici degli Stati Uniti ha svolto il primo trapianto di cuoio capelluto e parte di cranio al mondo su un uomo con una grande ferita alla testa in seguito ad un intervento per combattere il cancro.

Come annunciato dai medici dell’MD Anderson Cancer Center e del Methodist Hospital di Houston, Texas, il 22 maggio è stato eseguito l’intervento su Jim Boysen, uno sviluppatore di software di 55 anni e originario di Austin: questo, in principio, è stato sottoposto a radioterapia per cercare di combattere il leiomiosarcoma, un cancro raro che lo ha lasciato con una ferita aperta sul cranio che non riusciva a guarire.

Dopo aver ricevuto i tessuti direttamente da un donatore Boysen è stato sottoposto ad un’operazione di circa 15 ore che ha coinvolto più di 40 operatori sanitari e una decina di chirurghi: l’equipe è andata a sostituire la maggior parte della calotta cranica e il cuoio capelluto per rimuovere la lacerazione. La parte più difficile, come dichiarato dagli stessi medici, è stata quella di collegare e ripristinare i più piccoli vasi sanguigni che passano per la calotta cranica e cuoio capelluto.

L’intervento, ovviamente, ha avuto esito più che positivo: lo stesso paziente, infatti, ha notato il cambiamento dichiarando come, per il momento, avesse addirittura più capelli di quando aveva 21 anni.