La prevenzione è l’arma più efficace per sconfiggere il cancro. A ricordarlo, in occasione della Giornata mondiale contro i tumori che si è celebrata ieri, sono gli oncologi dell’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom), impegnati nella promozione di varie iniziative di sensibilizzazione, tra cui il progetto “10!!! Diamoci un dieci per sconfiggere il cancro” che, coinvolgendo oncologi, pazienti, istituzioni, associazioni e media, intende lanciare un chiaro messaggio: bastano dieci semplici regole per stare alla larga dai tumori.

Ogni anno, più di 12 milioni di persone vengono colpite da tumore. 7,6 di queste muoiono. Se non si prenderanno iniziative concrete, si arriverà a 26 milioni di nuovi casi, sostiene l’Unione Internazionale Contro il Cancro, e a 17 milioni di morti entro il 2030, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo. Tema della campagna mondiale contro i tumori 2015 è dunque “Combattere il tumore con la prevenzione”. Uno stile di vita sano aiuta infatti a prevenire ben 4 tumori su 10. Bastano poche semplici regole!

Ecco allora il decalogo delle 10 cose da fare e non fare per tenere alla larga i tumori:

  1. Innanzitutto non fumare, spiega l’Aiom.
  2. Importante anche la forma fisica: bisogna ridurre il grasso corporeo cercando di mantenere un Bmi compreso tra 21 e 23.
  3. Praticare attività fisica regolarmente: occorre fare almeno mezz’ora al giorno di esercizio moderato (basta una camminata veloce).
  4. Limitare l’assunzione di cibi ipercalorici ed evitare le bevande zuccherate.
  5. Ridurre il consumo di carni rosse (massimo 500 g a settimana) ed evitare gli insaccati.
  6. Limitare il consumo di alcool: massimo due bicchieri di vino o di birra al giorno.
  7. Mangiare almeno cinque porzioni al dì di frutta e verdura
  8. Evitare l’eccessiva esposizione al sole.
  9. Rivolgersi subito al medico in caso di sospetto: un nodulo nel seno, una ulcerazione cutanea che non si rimargina, un neo che cambia forma o colore, la presenza di sangue nelle feci, perdita di peso, sono tutti campanelli d’allarme.
  10. Partecipare ai programmi di screening:  nelle donne sopra i 25 anni per il carcinoma della cervice; in donne e uomini sopra i 50, per il carcinoma del colon e della mammella.

Photo Credits: Pixabay