Tre youtubers americani, i Simple Pickup, hanno avuto una brillante idea per raccogliere fondi da devolvere ad un centro di ricerca per il cancro al seno (qui troverete il link per le donazioni) e lo fanno proprio ad Ottobre, il “mese rosa” dedicato alla prevenzione del tumore alla mammella. La loro trovata è semplice e geniale allo stesso tempo, una ricetta perfetta che prevede l’utilizzo di due soli ingredienti: 20 dollari per volta e… la barca a motore!

Se vi state chiedendo cosa sia la barca a motore vuol dire che non avete mai visto una delle più epiche scene del film “2 single a nozze”, in cui un disinibito Vince Vaughn discute con il compare Owen Wilson, che ha appena subito le avances di una donna più matura, spiegandogli proprio di cosa si tratta.

Guardate il video dei Simple Pickup e toglietevi ogni dubbio.

Ebbene, questi tre ragazzi americani hanno avuto un’iniziativa davvero originale e, dopo aver agitato le proprie facce tra i seni di innumerevoli donne, promettendo di donare per ogni “oscillata” ben $ 20, nel video postato su YouTube, che vanta già più di 4 milioni di visualizzazioni in soli cinque giorni, hanno affermato di aver già raccolto la bellezza di $ 2.080.

Inoltre, nelle informazioni del video si può leggere chiaramente che non è tutto: i ragazzi hanno deciso di devolvere altri $ 100 ogni 100.000 condivisioni del video effettuate in questo mese.

Per testimoniare la veridicità delle loro parole e dar prova della loro buona fede nel raccogliere il denaro, i Simple Pickup hanno postato un secondo video in cui, telecamera alla mano, si riprendono mentre effettuano in diretta la donazione dei $ 2.080 al sito del centro di ricerca sopra indicato.

Trovata pubblicitaria o no, questo sembra essere un mezzo decisamente rivoluzionario per spingere le persone a interessarsi ad una causa così importante: i video virali, ancora una volta, potrebbero rivelarsi il mezzo di comunicazione migliore, visti i risultati ottenuti fino ad ora, per sensibilizzare le persone su un argomento così rilevante come quello del cancro al seno. Un po’ di sano divertimento per una buona azione.