Camminare a piedi nudi in casa può essere un ottimo toccasana per la propria salute.

Diversi studi, infatti, avrebbero dimostrato come camminare scalzi tra le mura domestiche, mettendo da parte calzini e ciabatte – specie se infradito dati i possibili effetti collaterali -, possa giovare per diverse ragioni, come per sconfiggere il caldo afoso dell’estate fino al benessere per chi soffre di gambe gonfie.

In quest’ultimo caso, infatti, camminare a piedi nudi gioverebbe per coloro che soffrono di gonfiori negli arti inferiori in quanto il contatto diretto del piede con il suolo permette di riattivare la circolazione del sangue dalle gambe verso il cuore e viceversa.

Tra le altre motivazioni per camminare a piedi nudi:

  • Si guarisce più in fretta. Camminare a contatto diretto con la terra gli elettroni che attraversano il corpo riescono ad andare a neutralizzare l’effetto dei radicali liberi sui tessuti sani favorendo la guarigione dalle malattie.
  • È rilassante. Muoversi a piedi nudi promuove il rilassamento dei muscoli e delle vene.
  • Migliora l’equilibrio, specialmente tra i bambini che cercano di muovere i primi passi e per gli anziani che cercano di allenare le gambe.
  • Camminare senza scarpe è come svolgere un massaggio naturale ai piedi poiché permette di fare pressione su tutte le terminazioni nervose, risultando particolarmente utile per combattere lo stress.
  • È più sano delle scarpe. Al contrario di ciò che si pensa, camminare a piedi nudi significa essere a contatto con meno batteri rispetto alle scarpe.
  • Camminare a piedi nudi aiuta a combattere gli inestetismi ai quali sono spesso soggetti: tra i tanti i calli, l’alluce valgo, i duroni e le dita a martello ma anche i problemi legati al gonfiore delle gambe e tensioni muscolari.