Una pillola contro la calvizie che promette di restituire i capelli in appena quattro mesi. Arriva dagli Stati Uniti ed è stata approvata dall’Agenzia per gli alimenti i medicinali (Fda), ente governativo americano che si occupa di regolamentazioni di medicinali e prodotti alimentari.

Il farmaco è in grado di far ricrescere i capelli delle persone colpite da ‘alopecia areata’, malattia che colpisce entrambi i sessi, caratterizzata dalla perdita totale o parziale dei capelli. Si chiama ruxolitinib ed è stata testato già su alcuni pazienti al Columbia University Medical Center. Lo studio che ne dimostra l’efficacia è stato pubblicato sulla rivista Nature Medicine.

Nel giro di quattro – cinque mesi, i pazienti trattati hanno visto la propria chioma ricrescere completamente. Gli scienziati prima hanno scoperto il segnale molecolare errato che, nel bulbo del capello, richiama cellule immunitarie; quindi, hanno individuato con esattezza le cellule immunitarie impazzite che, attaccando i capelli alla radice, rendono inattivo il follicolo pilifero causando la caduta. Infine, hanno scoperto una famiglia di farmaci immunodepressori che arrestano questo attacco.