La ricotta è considerata un prodotto caseario con un livello piuttosto basso di calorie, quest’idea non ha sempre un riscontro con la realtà dei prodotti in commercio il cui regime calorico dipende principalmente dal tipo di latte utilizzato per la produzione e, dunque, dalla quantità di lattosio.

Ci sono vari tipi di ricotta, vediamo dunque quali sono le calorie per prodotto a parità di quantità. La ricotta di mucca, o vaccina, è quella che si utilizza di più spesso e consta di 146 Kcal, qualcosa in meno della ricotta di pecora che ne conta, invece, 157. La ricotta di bufala, invece, è la più calorica: sono 212 per 100 grammi di latticino (se vuoi saperne di più sulla produzione di latticini clicca qui); un ottimo compromesso, tra gusto e leggerezza, è quella di capra: 178 Kcal.

Un ottimo modo per non rinunciare a questa pietanza fresca e versatile è quello di utilizzare una ricotta light. Ce ne sono diverse in commercio e, mediamente, l’apporto calorico di queste si aggira intorno alle 115 Kcal. Con solo il 6% di grassi (un terzo delle ricotte tradizionali), si potranno preparare delle ottime pietanze senza compromettere la linea (se vuoi scoprire le ricette a base di ricotta clicca qui). Proprio le calorie di questo tipo di ricotta fanno sì che la maggior parte dei regimi dietetici ne consenta l’uso, anche le rigidissime diete proteiche.

photo credit: lorca56 via photopin cc