Il detto una mela al giorno toglie il medico di torno ha il suo bel fondo di verità: la mela, infatti, è un frutto dalle proprietà benefiche e preziose. Utilizzata per gli scopi più vari (alimentazione, prodotti di bellezza, rimedi naturali, bevande…), si presenta prima di tutto come un alimento sano e leggero: le calorie della mela sono appena 52 su 100 grammi di prodotto.

Non è un caso, ad esempio, se la mela venga classificata anche come alimento antiossidante (in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare), ricco di sali minerali e vitamine e perfetto per qualsiasi tipo di dieta si scelga di seguire per perdere peso e stare bene con se stessi.

Calorie della mela: i valori nutrizionali

Ogni singola mela può contenere:

  • 0,19 grammi di grassi
  • 12,82 grammi di carboidrati
  • 0,30 grammi di proteine
  • 1,64 grammi di fibre
  • 11,2 grammi di zuccheri
  • 85,76 grammi di acqua
  • 0,03 grammi di amido
  • 6,70 milligrammi di calcio
  • 2,12 milligrammi di sodio
  • 112 milligrammi di potassio
  • 4,38 milligrammi di magnesio
  • vitamina A
  • 4,19 milligrammi di vitamina C
  • 19,75 mcg di betacarotene

Calorie della mela: i benefici del frutto

Oltre alle proprietà antiossidanti, la mela possiede tantissimi altri effetti benefici che possono incidere in modo profondo, e positivo, sulla salute dell’organismo umano. Mangiare la mela con regolarità (almeno una al giorno, come suggerisce il detto) permette di:

  • cibarsi di un alimento che viene considerato ottimo per la prevenzione di tutta una serie di patologie oncologiche (cancro al colon, al seno, al polmone)
  • non avere problemi in caso di diabete, visto che la mela contiene fruttosio – che può essere assorbito dall’organismo senza alcun bisogno dell’insulina
  • tenere sotto controllo i livelli di glicemia, grazie alla presenza della pectina
  • far abbassare il colesterolo cosiddetto cattivo (quello di tipo LDL)
  • far aumentare il colesterolo cosiddetto buono (ossia quello di tipo HDL)
  • far abbassare la percentuale di rischio di incorrere in patologie relative al sistema cardiovascolare, grazie alla ricca presenza dei flavonoidi
  • far abbassare la percentuale di rischio di incorrere in malattie neurodegenerative (come il morbo di Alzheimer oppure il morbo di Parkinson)
  • depurare il proprio corpo, sempre grazie alla presenza di pectina (basta nutrirsene)
  • prevenire l’asma (basta bere con costanza il suo succo)