Con il nome comune “calla” si indicano alcune specie di piante rizomatose, originarie dell’Africa centrale e meridionale, molto diffuse in coltivazione. Il nome botanico è zantedeschia, e la specie più diffusa è zantedeschia aetiopica, pianta di dimensioni medio grandi, con lunghe foglie e infiorescenze che possono raggiungere il metro di altezza, con vistose brattee bianche.

Le calle sono ottime piante fiorite da interni, perenni e di facile coltivazione. Le foglie sono lucide e di un bel  verde scuro, mentre le infiorescenze sono solitarie, a spadice e circondate da una grande brattea. Se coltivate in luogo umido, all’ombra, possono produrre fiori che raggiungono il metro di altezza; se coltivate in vaso, si fermano solitamente a  40 – 80 cm. Le calle bianche vengono comunemente coltivate in giardino, in luogo riparato e fioriscono nei mesi tardo primaverili ed estivi, ma in vivaio si trovano specie di zantedeschia, alcune anche ibride, di dimensioni minori e con brattee variamente colorate. Sono queste le calle che vengono impiegate come piante ornamentali da appartamento, in modo da poter godere della fioritura già a partire da gennaio/febbraio, fino a primavera inoltrata. Spesso si tratta di ibridi della specie zantedeschia remannii, abbastanza rustica e resistente, che però teme il gelo e quindi non può essere coltivata in giardino.

Le calle richiedono vasi capienti, con un buon terriccio, ricco e soffice, in modo che i grossi rizomi possano sviluppare con facilità l’apparato radicale, tuttavia le varietà ibride tendono a svilupparsi al meglio in contenitori non eccessivamente capienti. E’ in ogni caso bene evitare di mettere un numero eccessivo di rizomi nello stesso vaso (l’ottimale è un paio di rizomi in un vaso da 25 cm di diametro).

Le annaffiature dovranno essere piuttosto regolari da febbraio-marzo, ovvero da quando i rizomi cominciano a germogliare, fino a quando il fogliame comincia ad ingiallire, in estate. Per permettere alle piante il riposo vegetativo invernale, non appena il fogliame comincia ad ingiallire, sospendiamo le annaffiature.Le concimazioni si forniscono invece soltanto nel periodo di fioritura, quindi tra marzo e maggio.

In piena estate le piante di calle colorate tendono ad ingiallire e a disseccare completamente la parte aerea: in questo periodo dell’anno possiamo riporre i vasi in luogo fresco, buio e asciutto, in modo che i rizomi entrino in riposo vegetativo; riprenderemo con le annaffiature e sposteremo il vaso in luogo luminoso a fine inverno, quando le piante cominceranno a germogliare per produrre nuove foglie. Lasciamo quindi che le piante abbiano uno sviluppo quanto più possibile naturale, evitando di tagliare le foglie quando sono ancora verdi e carnose, ma attendendo che dissecchino naturalmente, indicandoci che i rizomi sono pronti per il riposo vegetativo invernale.

Altro motivo per cui spesso capita che le bulbose negli anni producano fiori sempre più piccoli e di scarsa qualità, è imputabile alla presenza di un numero eccessivo di bulbi nel vaso, che con il tempo tendono a ingrandirsi e moltiplicarsi. Per evitare ciò, a fine stagione vegetativa, prima di riporre i rizomi in luogo fresco e buio, è bene spostarli in vasi più capienti o, se tendono a moltiplicarsi, distribuirli in più vasi. Il rinvaso è una pratica fondamentale per chi vuole coltivare le bulbose, che si tratti di calle, ma anche di tulipani o giacinti: un numero eccessivo di bulbi nello stesso vaso può portare a scarse fioriture l’anno successivo.

Specie e varietà

Zantedeschia aethiopica (Calla bianca): rappresenta la specie più nota. Raggiunge un’altezza di un metro ed è provvista di foglie verde scuro lunghe anche 50 cm e larghe 25. Tra la fine dell’inverno e l’inizio dell’estate produce infiorescenze formate da spadici gialli, avvolti da spate bianche, larghe 20 cm. Tra le varietà più diffuse la “Childsiana”, più compatta e fiorifera; la “Gigantea”, dalla spata di dimensioni maggiori; la “Green Goddes”, con la spata marezzata di verde chiaro e la “Little Gem”, varietà nana a portamento compatto.

Zantedeschia albomaculata: presenta foglie sagittate, lunghe 45 cm e di colore verde brillante, con macchie bianco-argentee. In estate produce fiori formati da uno spadice bianco avvolto da una spata di colore variabile dal bianco al giallo crema.

Zantedeschia elliottiana ( Calla gialla): presenta foglie dalla lamina cuoriforme o ovale di colore verde, punteggiato di bianco. Tra maggio e giugno produce infiorescenze formate da uno spadice giallo avvolto da una spata giallo oro. Cresce fino a 60-90 cm. di altezza.

Zantedeschia pentlandii: presenta foglie sagittate e infiorescenze caratterizzate dalla spata giallo oro con macchie porpora alla base. Può raggiungere i 60 cm di altezza.

Zantedeschia rehmannii (Calla purpurea): presenta foglie lanceolate, strette e lunghe 25-30 cm, di colore verde con macchie bianche o argentee. Da aprile a giugno produce infiorescenze, lunghe 10-13 cm, con spadice bianco crema e spata di colore variabile dal rosa pallido al rosso vino. Cresce fino a 40-60 cm di altezza.

Da questa specie sono stati creati ibridi dal portamento compatto e dalle dimensioni ridotte (30-45 cm.) molto adatti alla coltivazione in appartamento. La colorazione varia dal rosa al rosso, dall’arancio al giallo, dal porpora al marrone.