Il peso forma (o peso ideale) è il valore del peso corporeo umano più indicato per la salute e varia da individuo a individuo. Esso viene calcolato attraverso formule matematiche che sono state elaborate dopo anni di studi condotti su migliaia di soggetti. Nonostante gli innumerevoli studi scientifici volti a mettere in relazione il peso di una persona con il suo stato di salute, non si è tuttavia arrivati ad un risultato univoco; esistono bensì diverse scuole di pensiero che differisco l’una dall’altra per alcuni particolari.

L’Indice di Massa Corporea

Il metodo che maggiormente viene utilizzato per valutare lo stato corporeo di una persona è quello che fa uso del parametro di Quetelet, meglio conosciuto come IMC (Indice di Massa Corporea) o BMI (Body Mass Index) calcolato mediante con la formula:

BMI=(Peso in Kg)/(Altezza in Metri)2

Confrontando il valore ottenuto con le tabelle stilate dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) è quindi possibile avere un indicazione sul proprio stato corporeo:

  • sottopeso grave – valore inferiore a 16;
  • sottopeso – da 16 a 18,5;
  • normopeso – da 18,5 a 24,9;
  • sovrappeso – da 25 a 29,9;
  • obeso – da 30 a34,9;
  • obesità grave – da 35 in su.

È la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità a suggerire il calcolo del peso forma utilizzando l’IMC, poiché i valori di riferimento sono stati ottenuti considerando come normopeso la fascia di popolazione risultata a minor rischio di patologie causate da un peso non adeguato, tra cui malattie cardiocircolatorie, diabete e alcune forme di tumore.

Altri metodi

Per calcolare il peso forma o peso ideale, esistono tuttavia infinite varianti: un mare di formule algebriche all’interno del quale riuscire ad orientarsi non è cosa semplice. Ecco dunque una breve carrellata sui sistemi maggiormente utilizzati:

Formula di Broca

Fino a circa 50 anni fa, i medici usavano spesso la formula di Bernhardt per determinare approssimativamente il peso normale di una persona: si moltiplicava l’altezza corporea in cm con la circonferenza toracica e poi si divideva per 240. Tale metodo è stato poi sostituito (per motivi di semplicità) dalla formula di Broca, per cui:

Peso ideale Maschi = altezza in cm – 100

Peso ideale Femmine = altezza in cm – 104

Lo svantaggio della formula è che non tiene in considerazione né il sesso, né l’età, ma il suo maggior limite  risiede nella non corrispondenza del peso ideale per le persone di statura medio-alta.

Formula di Lorenz

Questa formula non tiene conto né dell’età né della struttura scheletrica, ma è molto utilizzata.

Peso ideale Uomini = altezza in cm – 100 – [(altezza in cm – 150)/4]

Peso ideale Donne = altezza in cm – 100 – [(altezza in cm – 150)/2]

Formula di Wan der Vael

Anche la formula di Wan der Vael, come molte altre, considera solo l’altezza:

Peso ideale Uomini = (altezza in cm – 150) x 0,75 + 50

Peso ideale Donne = (altezza in cm – 150) x 0,6 + 50

Formula di Perrault

Questa formula tiene conto dell’età e dell’altezza, ma non fa distinzioni tra maschio e femmina:

Peso ideale = Altezza in cm – 100 + età/10 x 0,9

Formula di Keys

Peso ideale Uomini = (altezza in m)² x 22,1

Peso ideale Donne = (altezza in m)² x 20,6

Formula di Travia

Peso ideale = (1,012 x altezza in cm) – 107,5

Chiaramente, essendo le formule sopra indicate sviluppate tenendo in considerazione diverse varianti, il risultante peso forma non sarà univoco, ma varierà da calcolo a calcolo. Bisogna inoltre specificare che il peso ideale è qualcosa di estremamente soggettivo, che varia a seconda delle caratteristiche specifiche di ogni persona. Fattori determinanti per il calcolo del peso ideale sono:

  • sesso
  • età
  • altezza
  • tipo di ossatura (brevilinea, ossia robusta e più pesante; normolinea; longilinea, più sottile e leggera)
  • alti fattori come problemi alla tiroide, ritenzione idrica, ecc…

La relazione tra tutti questi fattori genera quindi un peso ideale personale e soggettivo che non sarà mai uguale a quello di un alto individuo. Tra i vari fattori, da non sottovalutare anche l’attività fisica: se si pratica sport a livello agonistico sarà infatti molto probabile che una massa muscolare importante incida sul peso. Potrà così accadere che alcune formule segnalino come in sovrappeso persone che assolutamente nono lo sono, anzi, la loro percentuale di massa grassa sarà in verità minima o assente.

Photo Credits: Pixabay