La bronchite è  un’infiammazione o ostruzione dei bronchi, i canali respiratori attraverso i quali passa l’aria che entra nei polmoni. La bronchite acuta generalmente segue a infezioni dell’apparato respiratorio superiore, come l’influenza, e spesso si complica in broncopolmonite. La bronchite cronica è provocata da ripetute irritazioni dei polmoni, ma non è un’infezione, e può essere causata da allergie. Inoltre, poiché nei polmoni lo spazio destinato allo scambio di ossigeno e anidride carbonica si restringe, il cuore viene messo sotto sforzo per fornire una quantità adeguata di sangue e questa condizione può complicarsi in una malattia cardiaca. La bronchite è contraddistinta da una tosse insistente dovuta all’irritazione, l’accumulo di catarro, febbre, dolori al petto e alla schiena, mal di gola, mal di testa, eventualmente asma, affanno respiratorio, dolori al petto e perdita di appetito. Ecco alcuni rimedi naturali per la bronchite: dai cibi e i liquidi che si assumono quotidianamente ai metodi omoeopatici e fitoterapici.

CHE FARE IN CASO DI BRONCHITE

Innanzitutto, umidificate l’aria dell’ambiente in cui soggiornate e bevete molti liquidi (acqua, tè, tisane, brodo). Il fumo -  anche quello passivo -  è dannoso, soprattutto per chi soffre di bronchite cronica: bisogna evitarlo!

È importante svolgere regolare attività fisica, moderata ed equilibrata. Non abusate infine di farmaci tranquillanti o ipnotici: deprimono la respirazione.

RIMEDI FITOTERAPICI

Sono utili nel trattamento della bronchite le tinture madri di malva e timo: 15 gocce di entrambe in poca acqua prima di colazione, a pranzo e cena. Potete poi abbinare un infuso di latte, foglie di salvia e miele: 10 g di foglie di salvia in infusione per 10 minuti in 1 tazza di latte bollente; addolcite con 1 cucchiaino di miele; e bevetene 2 tazze al giorno.

L’echinacea può essere prescritta per rinforzare il sistema immunitario e migliorare la circolazione sanguigna: prendetene 20-30 gocce di tintura madre 2-3 volte al giorno, da abbinare a 2 tavolette al giorno di propoli con rosa canina.

INTEGRATORI

  • Vitamina C con l’aggiunta di bioflavonoidi, 1000-2000 mg suddivisi in dosi giornaliere. È preferibile una forma in polvere. E’ utile a combattere l’infezione.
  • Betacarotene, 1000 UI al giorno. E’ necessario per proteggere il tessuto polmonare.
  • Vitamina E, 400 U2 volte al giorno, in associazione con la vitamina C. E’ un potente spazzino dei radicali liberi ed è necessaria per la guarigione dei tessuti e per migliorare la respirazione.
  • Aglio in capsule, 2 capsule i pasti. È un antibiotico naturale che riduce le infezioni e disintossica il corpo.
  • Clorofilla (erba di grano, in pastiglie succo). Da assumere 3 volte al giorno seguendo le istruzioni riportate sulla confezione. Combatte i radicali liberi e favorisce la guarigione.
  • Olio di fegato di merluzzo, 2 capsule al giorno da 1000 mg. Riduce l’infiammazione dell’apparato respiratorio.

RIMEDI OMEPATICI

In caso di bronchite acuta, quando il soggetto ha difficoltà nei movimenti e sente continuamente il desiderio di bevande fredde, assumere Bryonia. In caso di comparsa improvvisa di febbre, è consigliabile assumere Aconitum. Quando il muco è scarso, denso e difficile da espettorare, è indicato Kali bichromicum. Se la tosse è secca o il muco è fluido e verdastro e il soggetto non sente il desiderio di bere, è adatta Pulsatilla. Per la tosse di tipo bronchiale, assumete Drosera.

Corallium rubrum è indicato quando la fase iniziale si presenta con violente crisi di tosse, soprattutto dopo l’esposizione al freddo. E’ utile in presenza di tosse irritativa, specialmente durante l’anno, spesso accompagnata dalla presenza di catarro bronchiale di origine nasale.

Rumuz crispus è adatto in presenza di tosse secca e indebolisce il soggetto, e che si aggrava inspirando l’aria fredda o passando da temperature calde e fredde. Per favorire l’espettorazione e liberare i bronchi dell’eccessiva presenza di catarro, usate invece Antimonium tartaricum.

Tutti i rimedi vanno assunti alla 5CH, sciogliendo in bocca a 3-4 granuli del prodotto 3 volte al giorno.

AROMATERAPIA

Per ridurre i sintomi della bronchite è possibile fare dei suffumigi arricchiti con le proprietà benefiche degli oli essenziali. Come inalanti sono utili gli oli essenziali di eucalipto, issopo e legno di sandalo. L’eucalipto possiede una speciale azione antisettica (contro l’infezione) e mucolitica (per sciogliere il catarro ed espellerlo più facilmente), l’issopo è utile come decongestionante e infine il legno di sandalo come rilassante. Si possono utilizzare in gocce su un fazzoletto di carta, oppure in una bacinella di acqua calda a cui aggiungere 6 gocce di eucalipto, 2 di issopo e 2 di legno di sandalo.

[Attenzione: I rimedi naturali e omeopatici indicati in questi articoli non sono da intendersi come cure medicinali: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]