Questa bella faccetta pelosa che vedete qui sopra è Fox, il cane di mio fratello (qui in un’inedita versione di Bau Marley, il cane di Bob). E’ un cucciolo di Fox Terrier ed è estramente vivace ed impavido. Nonostante l’aria “cucciolosa” che ha qui sopra, appena sente un rumore insolito si lancia all’attacco, e nell’abbaiare ci mette tutta la sua foga. Essendo un cane da caccia, ha un istinto innato all’azione, è molto giocoso e dispettoso, e – quel che è peggio – ha un irrefrenabile istinto nell’afferrare e mordere tutti gli oggetti che si muovono (quando la sera cammino scalza per casa, è a mio rischio e pericolo… i miei piedi ne sanno qualcosa). Purtroppo, non tutte le cose che si muovono sono “innocue” come i piedi del padrone di casa.

Già da qualche giorno ormai i ragazzini, a casa da scuola e con la voglia di divertirsi, scorrazzano a bande lanciando petardi a destra e a manca. Ovviamente non considerano i pericoli del “botto”, ma ne scorgono solo il lato del divertimento innocuo di far spaventare qualche passante. Il problema dei botti però non sta solo nel rumore (che già di per sé spaventa gli umani come gli animali). Molti petardi, bagnati, non si accendono e restano a terra, con il pericolo che gli animali di passaggio, curiosi, li prendano in bocca per giocare. Insomma, i cani sono come i bambini, vanno ad annusare o peggio a mordicchiare le cose che non conoscono e che gli capitano a tiro, e non sempre si riesce a fermarli in tempo.

Ancora peggio è quando qualche petardo viene buttato nel giardino o nel cortile di casa, andando e mettere ancor più in pericolo le persone, ma soprattutto loro, gli animali di casa, che magari finiscono per il giocarci inconsapevoli del pericolo che corrono.

Insomma, specialmente oggi, per i nostri animali vige il coprifuoco. Fateli uscire solo il minimo indispensabile, state attentia  dove vanno a razzolare, specie se siete fuori casa, e cercate di tenerli riparati dai rumori forti, in attesa che la notte dei botti passi. E’ di solito buona norma preparare un angolino accogliente e protetto all’animale, ad esempio mettergli la cuccia vicino al nostro letto o sotto una panca, o in un luogo che loro considerano sicuro. Spesso quando si spaventano tendono a nascondersi. Ma molto dipende dall’indole del cane. Quelli con il caratterino come Fox, tendono invece ad abbaiare furiosamente e a raschiare la porta perché vogliono uscire e “affrontare il nemico”.

Cercate di rassicurare i vostri cani e – se sono irrequieti – distogliete la loro attenzione dalla fonte del rumore: fateli giocare dentro casa con i loro giocattoli preferiti e – nel caso – distraeteli con qualche boccone di cibo succulento. Con Fox funziona… Per un po’ di Pandoro lascerebbe crollare il mondo.

Insomma… Usate il buon senso, e ricordatevi che il divertimento finisce dove comincia il disagio altrui.

Buon Anno a tutti! Quadrupedi e non… (anche da parte di Fox).