La borsite è l’infiammazione di una borsa, una piccola cavità colma di liquido che circonda le articolazioni, proteggendole dall’attrito. La zona affetta risulta indolenzita e gonfia, con una possibile limitazione della mobilità. La borsite colpisce più di frequente l’articolazione del ginocchio (“ginocchio della lavandaia”), ma anche il gomito e l’anca. Il trattamento mira a ridurre l’infiammazione e il dolore.

I SINTOMI DELLA BORSITE

  • Dolore e gonfiore dell’articolazione interessata
  • Limitata mobilità dell’articolazione interessata

FATTORI PREDISPONENTI

  • Sforzo prolungato dell’articolazione

FATTORI SCATENANTI

  • Lesione
  • Attività cui non si è abituati
  • Infezione batterica

TERAPIE PRIMARIE

  • Riposo
  • Antinfiammatori non steroidei (FANS)
  • Drenaggio dei fluidi e iniezioni di corticosteroidi

TERAPIE DI SOSTEGNO

  • Antibiotici (per la borsite infettiva)
  • Intervento chirurgico (6 La sezione è ricorrente)
  • Agopuntura
  • Body work
  • Omeopatia
  • Terapia nutrizionale

LE CAUSE DELLA BORSITE

Talvolta nelle articolazioni si crea compressione o atterrito nel punto in cui un tendine o muscolo sfrega contro l’osso o contro un altro mucolo. E’ dovuta a questa condizione la borsite, che può insorgere in seguito a una lesione articolare, per esempio a causa di uno sforzo cui non si è abituati, ed deve essere favorita dall’artrite reumatoide e dalla gotta. In casi piuttosto rari, l’affezione è invece causata da 1 infezione batterica.

Possibile concausa dello sforzo prolungato dell’articolazione, dovuto movimenti ripetitivi. Lo confermano, del resto, i nomi tradizionali della borsite: “ginocchio della lavandaia” o “del prete”, “gomito dello studente” o “del tennista”, eccetera. La borsite colpisce più di frequente l’articolazione del ginocchio, ma può interessare anche quella del gomito, della spalla o dell’anca (borsite ischiatica).

Se si concede un adeguato riposo all’articolazione interessata, la borsite tende a risolversi spontaneamente, ma la guarigione può richiedere diverse settimane.

AUTOMEDICAZIONE PER UN SOLLIEVO IMMEDIATO

Per alleviare il dolore e il disagio, possono essere utili queste misure:

  • Molto riposo. Nel caso della borsite ischiatica, si ha grande beneficio sedendo su un cuscino di gomma piuma o su un salvagente ciambella.
  • Applicare compresse fredde. Immergete una pezza di cotone in acqua molto fredda, strizzatela e avvolgetela intorno all’articolazione; copritela subito con del tessuto isolante, di flanella o lana, e fissate con una spilla da balia. Lasciate la compressa in posizione per 2-8 ore o per l’intera notte, in modo che il cotone assorba il calore dell’articolazione infiammata.

TERAPIE CON LA MEDICINA CONVENZIONALE

  • Riposo e farmaci. Dopo aver esaminato l’articolazione, il medico consiglia di tenerlo a riposo per ridurre l’infiammazione, il processo può essere facilitato con degli antinfiammatori non steroidei (FANS). In caso di borsite batterica, è necessaria una terapia antibiotica.
  • Iniezioni e intervento chirurgico. Se i sintomi persistono o sono molto gravi, il medico esegue il drenaggio della borsa e inietta dei corticosteroidi per alleviare l’infiammazione. In casi rari, se i sintomi persistono o la borsite ricorre con frequenza, si asporta chirurgicamente la borsa articolare.

CORTICOSTEROIDI PER LA CURA DELLA BORSITE

Per alleviare il dolore e l’infiammazione della borsite, si può praticare un’iniezione di corticosteroidi (infiltrazione) nella borsa articolare. Rispetto all’assunzione orale degli stessi farmaci, questa pratica offre il vantaggio di limitare possibili effetti collaterali estesi a tutto il corpo.

L’infiltrazione è praticata generalmente quando la borsite colpisce le articolazioni del ginocchio e della spalla. Vedremo presto quali sono le terapie alternative e naturali per curare la borsite senza dover ricorrere ai farmaci.