Le borse sotto gli occhi costituiscono un disturbo molto frequente, soprattutto fra chi ha superato i quarant’anni. Il principale alleato di questo fastidioso inestetismo è infatti il naturale invecchiamento dei tessuti. Con il passare degli anni, gli enzimi che degradano il collagene, le collagenasi, incrementano la loro azione rendendo la pelle meno elastica e causando l’indebolimento del leggero strato muscolare che la sosteneva. Questo rende il tessuto del contorno occhi più lasso, provocando un successivo accumulo di grasso cutaneo che rigonfia l’occhio dando origine alle antiestetiche “borse”. Sotto gli occhi possono inoltre accumularsi liquidi, che contribuiscono ad aumentare il gonfiore. Non è raro tuttavia riscontrare gonfiore ed ombre scure anche sul viso di soggetti ancora in giovane età: la carenza di sonno e l’abuso di fumo e alcol sono in questo caso i principali imputati, ma le borse sotto gli occhi possono anche derivare da una cattiva alimentazione o da una dieta sbagliata. Insonnia, stanchezza, stress o depressione contribuiscono poi ad accentuare il problema. In assenza di cause evidenti, è invece consigliabile sottoporsi a controlli per la funzionalità della tiroide ed eventuali allergie a pollini o alimenti. Generalmente le borse sotto gli occhi costituiscono comunque una preoccupazione prettamente estetica e  solo raramente collegata a patologie gravi. Modificare lo stile di vita dovrebbe dunque essere sufficiente a prevenire e curare questo sgradevole inestetismo. Dieta sana, vita regolare, eliminazione di alcol e fumo, unitamente a regolare attività fisica, sono ottimi accorgimenti per disfarsi una volta per tutte del gonfiore sotto gli occhi.

Alimentazione

Un’alimentazione sana ed equilibrata è uno dei rimedi naturali più efficaci contro le borse sotto gli occhi. Il beta carotene, la vitamina A, la C e la E sono nutrimenti che vanno assolutamente inclusi nella dieta, via libera dunque a frutti rossi e gialli, agrumi e verdure, che devono divenire una presenza fissa sulle nostre tavole.  Peperoni, kiwi, carote, zucca, melone e verdure a foglia verde diverranno i vostri migliori alleati nella lotta agli inestetismi che affliggono il contorno occhi. Da bandire è invece il cibo spazzatura, troppo ricco di grassi e zuccheri che intossicano l’organismo. Consigliabile è poi ridurre drasticamente il consumo di sale e l’alcol, che provocano ritenzione idrica e disidratazione. Al contrario, mai dimenticare di bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno, specialmente se si passano molte ore davanti al computer. Indispensabile per tutte le funzioni vitali, una buona idratazione costituisce un eccellente tonico per la zona occhi e un prezioso alleato nella lotta alla ritenzione idrica.

Il sonno

Tra i rimedi naturali per combattere le borse sotto gli occhi, una buna dormita merita certamente una menzione. Il sonno è infatti fondamentale per qualsiasi tipo di processo fisico: gli specialisti raccomandano di dormire almeno 7 ore per notte, in modo da consentire a corpo e mente il giusto riposo. Un paio di notti di sonno profondo saranno un vero toccasana per i vostri occhi, dopo di che è possibile provare a dormire tenendo il capo leggermente sollevato, in modo da impedire ai liquidi di accumularsi nella zona. Si può aggiungere un cuscino, oppure rialzare il materasso nella parte superiore.

Rimedi naturali

Molte persone pensano che l’unico rimedio per eliminare in modo definitivo le antiestetiche borse sia la blefaroplastica, ovvero l’operazione chirurgica che attraverso un piccolo taglietto rimuove l’eccesso di pelle e liquidi depositati nella zona. Nulla di più sbagliato. A seconda della causa scatenante è infatti possibile ridurre o eliminare completamente il gonfiore sotto gli occhi ricorrendo a rimedi naturali. Sebbene necessitino di tempi medio lunghi e una buona dose di costanza, alcuni rimedi come maschere per il viso e impacchi, non solo aiuteranno a stabilizzare la condizione del contorno occhi, ma gioveranno addirittura all’intero viso.

Impacchi alla camomilla: ottimi per decongestionare la zona attorno agli occhi, ristabiliscono la naturale circolazione sanguigna, con conseguente calo del gonfiore e schiarimento delle occhiaie. Basterà far bollire qualche bicchiere d’acqua con un paio di manciate di fiori di camomilla, immergerci quindi due dischetti di cotone, lasciarli intiepidire e applicarli sugli occhi. Lasciare agire per una ventina di minuti, poi sciacquare. Il trattamento può essere ripetuto due o tre volte alla settimana. In erboristeria è possibile acquistare anche l’olio essenziale di camomilla: un paio di gocce mescolate a un cucchiaio di olio di germe di grano costituiscono un’ottima emulsione da stendere sotto agli occhi. Lasciare agire per una ventina di minuti, quindi  risciacquare.

Impacchi con cetrioli: le proprietà del cetriolo (ricco di acqua, sali minerali, vitamina C e aminoacidi) schiariscono il contorno occhi e impediscono al gonfiore di espandersi. Basta applicarne una fettina sulla zona interessata, magari coprendo poi con una garza, lasciare agire per dieci minuti, quindi rimuovere l’impacco, sciacquare il viso e ripetere l’operazione. Il trattamento deve essere ripetuto almeno 4 volte a settimana. Ancora più efficace è l’impiego del succo di cetriolo, utilizzato fin dall’antichità per rendere più morbida ed elastica la pelle grazie al suo ricco contenuto di silice.

Bustine di Tè: la caffeina presente all’interno delle foglie del tè aiuta lo schiarimento delle occhiaie e attenua drasticamente il gonfiore. Dopo essersi gustati una buona tazza di tè caldo, si possono utilizzare le bustine per un impacco da lasciar agire almeno 15 minuti (meglio se le bustine sono ancora tiepide).

Cubetti di ghiaccio: altra soluzione per decongestionare il contorno occhi è il ghiaccio: posarne due cubetti sulla zona interessata da gonfiore riattiva il microcircolo, permettendo alle borse di sgonfiarsi. Il rimedio è però sconsigliato per pelli particolarmente chiare e delicate. In questo caso si può optare per impacchi freddi da eseguire con un asciugamano bagnato. In alternativa all’acqua si può utilizzare latte fresco (in questo caso usare dischetti di cotone) o l’acqua di bollitura di una mela tagliata a fette, con l’aggiunta di qualche goccia di succo di limone.

Patate: ricche di un particolare tipo di enzima, detto catecolasi, le patate hanno la capacità di eliminare liquidi, impurità e tossine, decongestionando efficacemente la zona occhi. Sarà sufficiente lavare e sbucciare una patata, tagliarne un paio di fette sottili e applicarle sugli occhi; quindi lasciare agire per una decina di minuti e risciacquare il viso con acqua fresca. L’azione addolcente, decongestionante, levigante e lenitiva delle patate è rafforzata anche dal loro alto contenuto di amido che aiuterà a eliminare anche qualche rughetta di troppo.