Se vi è mai capitato di prendere un brutto raffreddore in piena estate, saprete sicuramente che si sta anche peggio rispetto a quando lo si prende in inverno, perché il caldo ci porta a scoprirci e uscire comunque, e così il malessere si prolunga. In più, c’è il fattore respirazione. Se avete il naso bloccato e non riuscite a respirare, la prima cosa che viene in mente è quella di prendere il nostro bel vasetto di Vicks da spalmare nell’area di gola e polmoni, oppure uno di quei pratici inalatori di cui però si finisce spesso per abusare. Senza contare che di naturale, in quegli intrugli, c’è davvero gran poco.

Ma l’alternativa tutta naturale c’è: si chiama Boreh e lo potete preparare in casa in tutta sicurezza. Il Boreh, appena applicato, vi darà una profonda sensazione di calore, molto più potente rispetto a qualsiasi medicinale da farmacia, ed è molto più efficace in tutta sicurezza.

COS’E’ IL BOREH

Si tratta di un semplice mix di spezie e di erbe, che prende la forma di una pastella per lo scrub. Nei paesi tropicali viene preparato in previsione delle prime avvisaglie di tempo ventoso, poiché il Boreh è in effetti sia un medicamento che un metodo di prevenzione dei raffreddori. Viene usato in caso di febbri, raffreddori, dolori muscolari, artriti e brividi. Ha l’effetto di migliorare la circolazione sanguigna e l’effetto esfoliante del riso e dei chiodi di garofano in esso contenuti ne fanno anche un trattamento di bellezza, poiché ha l’effetto di ammorbidire la pelle.

L’unica controindicazione è per le donne in stato di gravidanza, poiché gli ingredienti penetrano nella pelle della mamma e da lì passano direttamente al feto.

Vedremo presto come si prepara in casa.