Il bicarbonato di sodio (o idrogenocarbonato di sodio) è un prodotto estremamente versatile, utile nelle pulizie domestiche, come anche nel trattamento di alcuni disturbi molto comuni. L’utilizzo più noto del bicarbonato di sodio è legato alla sua azione digestiva e antiacido, che lo rende adatto al trattamento di bruciori di stomaco, reflusso, nausea e digestione lenta. Vi si può tuttavia ricorrere anche in caso di herpes labiale, onicomicosi, occhi arrossati e stanchi e per preparare pediluvi rinfrescanti.

Il bicarbonato di sodio è poi un ottimo rimedio naturale per assicurare benessere e salute all’intera bocca: esplica un’azione decongestionante sulle gengive infiammate, è di grande aiuto in caso di alito cattivo e regala un sorriso bianco e lucente. Si può utilizzare come colluttorio (sciogliendo un cucchiaino di bicarbonato in mezzo bicchiere d’acqua) per sciacqui rinfrescati, ma anche strofinarlo puro su denti e gengive o aggiungerlo al normale dentifricio. E’ infine ottimo per detergere a fondo apparecchi e dentiere.

In caso di dermatiti o eccessiva sudorazione, per ristabilire il pH della pelle è consigliabile aggiungere del bicarbonato di sodio nell’acqua della vasca da bagno, mentre i capelli possono essere resi morbidi e lucenti semplicemente aggiungendo un cucchiaino di bicarbonato al momento dello shampoo. Per pelle morbida e vellutata è inoltre possibile unire tre parti di bicarbonato con una parte d’acqua così da ottenere una ‘pasta’ esfoliante adatta per viso e corpo. Si suggerisce inoltre di utilizzarla dopo il pediluvio per trattare talloni e zone ruvide.

Amico delle donne in mille diversi modi, il bicarbonato di sodio è poi utilissimo per detergere le più svariate superfici, da lavelli, sanitari e piastrelle, a piatti, pentole e stoviglie in generale, semplicemente aggiungendone un cucchiaino all’acqua per l’ammollo o allo stesso detersivo. Per disinfettare spugne, spazzole e pettini è inoltre possibile immergerli in un catino di acqua tiepida e disciogliervi qualche cucchiaio di bicarbonato.

Altrettanto utile risulta nell’eliminare i cattivi odori da frigorifero, forno, taglieri, caffettiere e teiere, che possono essere puliti con un panno inumidito con acqua e bicarbonato oppure direttamente per immersione. Per quanto riguarda poi il frigorifero è consigliabile tenere sempre su un ripiano un recipiente contenente del bicarbonato di sodio, così da prevenire la formazione di cattivi odori. Analogamente può essere utilizzato sul fondo dei bidoni della spazzatura, per ripulire e deodorare la lavastoviglie, ma anche tappeti e aspirapolvere.

Il bicarbonato di sodio può infine essere utilizzato in lavatrice per potenziare l’effetto del detersivo liquido e ottenere capi  brillanti, ma anche per evitare i residui di calcare.

Benché si tratti di un rimedio naturale, ciò non significa tuttavia che l’utilizzo del bicarbonato sia completamente privo di controindicazioni. L’assunzione quotidiana può infatti provocare la comparsa di effetti collaterali quali crampi, formazione di gas nello stomaco, vomito, stanchezza, sangue nelle urine, ritenzione idrica, ipertensione e inappetenza. Se utilizzato di frequente per trattare i denti, può inoltre rovinarne lo smalto.