Non è una novità che le bibite zuccherate non facciano bene alla salute, specie se assunte per un lungo periodo di tempo, provocando malattie con il diabete o il cancro.

Ma i nuovi dati dell’American Heart Association svelati sulla rivista “Circulation” fanno accendere un altro campanello d’allarme: secondo quanto rivelato dalla stessa, infatti, in tutto il mondo e in un anno le bevande zuccherate amate da grandi e piccini sarebbero le responsabili di 184mila decessi tra gli adulti.

Lo studio ha valutato 62 lavori scientifici sull’alimentazione che, tra il 1980 e 2010, ha incluso più di 611mila persone in 51 paesi. Il dato è il frutto della somma di circa 133mila decessi ogni anno causati dal diabete insieme a  45mila morti per malattie cardiache e 6450 per tumore e, secondo i ricercatori, questa sarebbe solamente la prima valutazione delle morti.

Secondo quanto riporta l’Independent la maggior parte delle vittime avrebbe un’età compresa tra i 20 e i 44 anni e in cima al tasso di mortalità c’è il Messico con tanto di 404,5 decessi ogni milione di adulti.

Gli esperti avvertono che i risultati della ricerca indicano una “necessità di sforzi concentrati sulla popolazione per ridurre il consumo delle bevande zuccherate in tutto il mondo”, questo attraverso anche delle politiche sanitarie efficaci ma anche interventi mirati in modo da andare ad arginare le malattie correlate all’obesità.