Come vi ho accennato nella precedente recensione del ristorante Al Grande Cerchio di Milano, lo scorso sabato sono stata alla presentazione del libro “VegPyramid Junior – La dieta vegetariana per i bambini e gli adolescenti“, edito da Sonda, e scritto da Leonardo Pinelli (Pediatra ed esperto in nutrizione che recentemente ha partecipato ad un’accesa puntata di “Porta a Porta” da Bruno Vespa… guardatela qui), dalla dietista pediatrica Ilaria Fasan e dalla nutrizionista e Presidente della SSNV (Società Scientifica di Nutrizione Vegana) Luciana Baroni. All’incontro era presente anche la dietista e nutrizionista vegetariana Michela DePetris, dell’Ospedale San Raffaele di Milano, anch’essa autrice di alcuni libri in tema di alimentazione vegetariana.

L’IGNORANZA IN CAMPO NUTRIZIONALE

A presentare il libro è stato proprio Leonardo Pinelli, che ha tracciato un quadro generale della nutrizione vegetariana e vegana in Italia, ponendo in particolare il punto sullì’impreparazione dei medici e dei pediatri convezionali nell’affrontare i temi legati all’alimentazione, e a stretto giro, di conseguenza, la mancata preparazione di insegnanti e di studenti.

“L’esistenza di uno stretto rapporto fra alimentazione, salute e malattia non risulta ancora ben chiaro nella popolazione e soprattutto nella classe medica. Quest’ultima in particolare sembra aver dimenticato quanto insegnato da Ippocrate 2500 anni or sono ai propri allievi: ‘Fa’ che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo’.”

E partiamo proprio da qui: dalla necessità sociale che le persone siano consce di ciò che mangiano, di come si forma il loro senso del gusto, dalla consapevolezza di quali cibi fanno bene al loro corpo e perché, e quali invece sono intossicanti, dannosi o che non è opportuno mangiare a causa dell’eredità in termini di malattie che ingenereranno in futuro.

LA QUALITA’ DI CIO’ CHE MANGIAMO

Per questo, dice Pinelli, è importante fare i conti nel modo giusto, quando si tratta di mangiare: comprare biologico è essenziale per non esporsi a sostanze nocive, e anche se costa un po’ di più adesso, costerà molto meno poi, in termini di soldi risparmiati per curare malattie terribili che sopraggiungono a causa di uno scorretto stile di vita con l’età. Lo stile alimentarie vegetariano e vegano riduce questi rischi, per il solo fatto di non introdurre nel proprio corpo gli antibiotici, le medicine e gli OGM con cui vengono imbottiti gli animali da macello, oltre ad un discorso di maggiore equilibrio in termine di rapporto tra proteine introdotte a scapito di altri nutrienti.

I BAMBINI VEGANI E VEGETARIANI SONO SANI?

“Basta guardarli”, dice Pinelli. I bambini sani sono anche belli, vivaci, intelligenti. E naturalmente diventeranno adulti consapevoli.”Lo spirito che ci ha animato nel corso del lavoro – spiega Luciana Baroni – è l’ammirazione e la stima nei confronti dei genitori vegetariani, che meritano il massimo rispetto: persone preparate, responsabili, molto informate, coerenti e volitive, che hanno solo bisogno di essere correttamente indirizzate e supportate!” Il messaggio importante, infatti, è che non ci si può fidare del fai-da-te, poiché è scorretto considerare i bambini come dei piccoli adulti. Hanno esigenze nutrizionali diverse da quelle degli adulti, e non sempre i medici di famiglia sanno consigliare le cose giuste ai genitori vegetariani o vegani che vogliono crescere i propri figli con questo stile alimentare sano: “Esistono ancora pregiudizi tra medici e pediatri tali da sconsigliare vivamente ai genitori una scelta vegetariana per i propri figli”. Da qui l’esigenza di un libro pratico ed esaustivo come la VegPyramid Junior, uno strumento indispensabile per i genitori e per il loro pediatra, che va a completare il percorso spiegato nel nel libro “VegPyramid”, dedicato all’alimentazione vegetariana e vegana per gli adulti.

COSA SI TROVA IN VEGPYRAMID JUNIOR

“VegPyramid Junior” colma la lacuna di informazione, accompagnando i genitori  nel percorso alimentare dei figli, permettendo loro di creare una sintonia/sinergia con il pediatra di fiducia. Con le informazioni nustrizionali sugli alimenti e i gruppi di nutrienti fondamentali, le indicazioni sulle principali patologie causate da un’alimentazione squilibrata, l’analisi dei bisogni e fabbisogni energetici delle diverse fasce d’età, le indicazioni per i menu delle mense scolastiche e suddivisi a seconda dell’apporto calorico.

“E’ importante essere vegan in questa fase in cui conosciamo finalmente gli effetti devastanti del cibo animale sulla salute e sul pianeta, ed è importante arrivare quanto prima a conoscere le caratteristiche e gli effetti di una corretta alimentazione: se non lo avete fatto prima, fatelo almeno ora che avete un bambino da crescere,” chiosa sulla copertina del libro la nutrizionista di fama internazionale Melina Vesanto.